dalla Home

Mercato

pubblicato il 25 aprile 2007

La nuova Fiat 500 anche per gli americani?

La nuova Fiat 500 anche per gli americani?

"Prima o poi la nuova Fiat 500 potrebbe arrivare anche in America, ma questo potrà accadere soltanto dopo il 2010". Sono le parole pronunciate da Sergio Marchionne nel corso della presentazione agli investitori dei risultati finanziari del primo quadrimestre 2007. E sono parole sorprendenti perché lasciano prefigurare uno storico ritorno del marchio torinese negli States.

I maligni potrebbero subito pensare che gli ultimi successi commerciali e finanziari stiano dando alla testa ai vertici del Gruppo Fiat, ma obiettivamente il "fenomeno 500" che si sta registrando in Europa ha tutte le carte in regola per essere esportato oltreoceano.

Se è vero che non si tratta di smanie di grandezza, è altrettanto vero che non si possono fare passi più lunghi della gamba: il target produttivo della nuova 500, pari a 58.000 unità per quest'anno ed a 120.000 vetture per il 2008, è già tutto esaurito secondo le previsioni. I margini per aumentare la capacità produttiva nello stabilimento polacco di Tychy - dove viene assemblata anche la Panda e la futura generazione Ford Ka - ci sono, ma si potranno sfruttare solo dopo aver tastato il mercato con il prodotto finito.

I tre anni di attesa degli americani stimati da Marchionne ci stanno tutti.

Autore: Redazione

Tag: Mercato , Fiat , fiat 500


Top