dalla Home

Curiosità

pubblicato il 11 febbraio 2015

Guida autonoma, Ford accelera

Siglate nuove partnership europee per due prototipi senza pilota e per un progetto di smart mobility

Guida autonoma, Ford accelera

Quasi tutte le case auto sono impegnate nello sviluppo della guida autonoma. Tra queste c'è Ford che ha appena annunciato una partnership con l’Università di Aachen, in Germania, per lo studio del progetto Personal Mobility Experience Innovation, e l'adesione allo studio Autodrive promosso dal governo del Regno Unito. L'annuncio è stato dato dal CEO di Ford, Mark Fields, durante l’International CAR Symposium di Bochum, in Germania, mettendo in evidenza le innovazioni nel campo della mobilità personale, connessa e integrata, che fanno parte della strategia globale Ford Smart Mobility. L'accordo con l'Università di Aachen, località in cui si trova un importante centro di ricerca del costruttore, riguarda un progetto di mobilità avanzata. Le linee guida dello studio sono: l'urbanizzazione, con lo sviluppo di oltre 40 megaolopoli entro il 2030; l'espansione globale della classe media (4 miliardi di persone entro il 2030); il miglioramento della qualità dell'aria e l'evoluzione delle abitudini di consumo, con l'abbandono del classico concetto di "proprietà".

Lo studio analizzerà casi di aziende, come Apple e Amazon, che hanno aumentato la propria offerta con prodotti innovativi; da qui, si potranno proporre nuovi servizi anche per l'auto, compresi innovativi modelli di car sharing. Il progetto Autodrive, invece, riguarda la realizzazione di due prototipi a guida totalmente autonoma, insieme ad altri costruttori, con i più recenti sistemi di connessione tra le auto e con le infrastrutture. I prototipi, dotati di sensori LIDAR che ricostruiscono una mappa 3D dell'ambiente circostante, permetteranno di sperimentare nuove tecnologie: tra queste, l'assistenza alla guida nel traffico (Traffic Jam Assist), che permette all'auto di seguire autonomamente il flusso delle auto in coda.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Curiosità , Ford , guida autonoma


Top