dalla Home

Curiosità

pubblicato il 9 febbraio 2015

Salone di Ginevra 2015, risorge il marchio Borgward

Pronta a debuttare un'inedita coupé dal look anni '50

Salone di Ginevra 2015, risorge il marchio Borgward
Galleria fotografica - Borgward, foto storicheGalleria fotografica - Borgward, foto storiche
  • Borgward, foto storiche - anteprima 1
  • Borgward, foto storiche - anteprima 2
  • Borgward, foto storiche - anteprima 3
  • Borgward, foto storiche - anteprima 4
  • Borgward, foto storiche - anteprima 5
  • Borgward, foto storiche - anteprima 6

Capita che marchi celebri del passato dopo una lunga pausa tornino alla luce con svariate fortune: pensiamo negli ultimi decenni a casi come Talbot, Bugatti, Maybach, Abarth o a vetture di nicchia come Isotta Fraschini. Ora tocca a Borgward, il marchio tedesco fondato da Carl F.W. Borgward nel 1919, e poi fallito nel 1961. Oggi è sconosciuto ai più, ma un tempo era ben noto, soprattutto con il modello Isabella degli anni '50. Ed ora la "nuova" Borgward sembra pronta a risorgere con un modello inedito che verrà presentato al prossimo Salone di Ginevra (5-15 marzo 2015).

Al momento, tutto ciò che è noto è un comunicato stampa in cui la casa automobilistica Borgward si dichiara in procinto di rientrare nel settore dell'industria automobilistica internazionale ed un video-teaser che termina con il profilo di una coupé sportiva dal look anni '50. In realtà, si parlava già di un paio di modelli con marchio Borgward fin dal 2006, quando Christian Borgward, nipote del fondatore, e il socio Karlheinz L. Knöss hanno deciso di tentare l'avventura di rilancio della storica casa: ora, dopo un decennio, pare che l'operazione sia giunta ad un momento chiave. A Ginevra sapremo quali caratteristiche tecniche e stilistiche, e soprattutto quale posizionamento di mercato, avrà la Borgward del ventunesimo secolo.

Borgward si prepara per il Salone di Ginevra 2015

Dopo 50 anni il marchio tedesco è pronto a rinascere con un nuovo modello.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Curiosità , ginevra


Top