dalla Home

Curiosità

pubblicato il 9 febbraio 2015

Capolavori Alfa Romeo e Fiat al Bremen Classic Motorshow

In Germania l'Italia ha trionfato con tre coupé del Biscione e l'unica Fiat 8V con carrozzeria in vetroresina

Capolavori Alfa Romeo e Fiat al Bremen Classic Motorshow
Galleria fotografica - Alfa Romeo Giulia 1600 Sprint SpecialeGalleria fotografica - Alfa Romeo Giulia 1600 Sprint Speciale
  • Alfa Romeo Giulia 1600 Sprint Speciale - anteprima 1
  • Alfa Romeo Giulia 1600 Sprint Speciale - anteprima 2
  • Alfa Romeo Giulia 1600 Sprint Speciale - anteprima 3
  • Alfa Romeo Giulia 1600 Sprint Speciale - anteprima 4
  • Alfa Romeo Giulia 1600 Sprint Speciale - anteprima 5
  • Alfa Romeo Giulia 1600 Sprint Speciale - anteprima 6

Si è concluso ieri il "Bremen Classic Motorshow", il salone di auto d'epoca che si svolge ogni anno a Brema, in Germania. Per l'occasione Alfa Romeo e Fiat hanno tirato fuori dalle proprie collezioni alcune rarità, che hanno esibito allo speciale padiglione "Eleganza italiana". Il Museo Storico Alfa Romeo di Arese ha esibito tre coupé sportive, due delle quali sono firmate Bertone e disegnate da Franco Scaglione: la 2000 Sportiva del 1954 e la Giulia Sprint Speciale del 1963. La 2000 Sportiva è una coupé a due posti con telaio tubolare molto leggera (900 kg) e passo corto: agile, maneggevole e dotata del 1.900 bialbero da 138 CV con camere di combustione emisferiche, è capace di raggiungere i 220 km/h. Ne furono costruiti soltanto due esemplari, quella del Museo in grigio metallizzato e una rossa, appartenente a un collezionista.

La Giulia Sprint Speciale riprende su una vettura di produzione i temi aerodinamici di altre creazioni di Scaglione, come la celebre "Disco Volante" o i prototipi BAT; la carrozzeria filante e il bialbero 1,6 litri della Giulia T.I. permettono a questa Giulia di raggiungere i 200 km/h. Porta invece la firma di Zagato la Giulietta SZ coda tronca del 1960, dall'aerodinamica curata e dal peso ridottissimo (740 kg per la seconda serie): 200 km/h orari la velocità massima, e tante gare affrontate nella categoria "Gran Turismo fino a 1,3 litri". Dal Centro Storico Fiat di Torino è arrivato invece l’unico esemplare di Fiat 8V dotato di carrozzeria in vetroresina, uno studio presentato al Salone di Torino del 1954 dal reparto Fiat "Carrozzerie speciali". Il peso dei pannelli esterni di questa 8V era di soli 48,5 kg, e montava il celebre 8V di Dante Giacosa, costituito da due blocchi di 4 cilindri con angolo di 70° e basamento comune, montato sulle Fiat 8V di serie, prodotte in 114 esemplari dal 1952. Un gioiello per chi ama le auto.

Galleria fotografica - Fiat 8V Coupe 1954Galleria fotografica - Fiat 8V Coupe 1954
  • Fiat 8V Coupe 1954 - anteprima 1
  • Fiat 8V Coupe 1954 - anteprima 2
  • Fiat 8V Coupe 1954 - anteprima 3
  • Fiat 8V Coupe 1954 - anteprima 4
  • Fiat 8V Coupe 1954 - anteprima 5
  • Fiat 8V Coupe 1954 - anteprima 6

Autore: Sergio Chierici

Tag: Curiosità , Alfa Romeo , auto storiche , auto italiane


Top