dalla Home

Novità

pubblicato il 4 febbraio 2015

Nuova Opel Corsa OPC, piccola atleta sempre connessa

Ha l'IntelliLink e con il turbo 1.6 da 207 CV arriva a 230 km/h. Col pacchetto performance invece è ancora più sportiva

Nuova Opel Corsa OPC, piccola atleta sempre connessa
Galleria fotografica - Nuova Opel Corsa OPCGalleria fotografica - Nuova Opel Corsa OPC
  • Nuova Opel Corsa OPC - anteprima 1
  • Nuova Opel Corsa OPC - anteprima 2
  • Nuova Opel Corsa OPC - anteprima 3
  • Nuova Opel Corsa OPC - anteprima 4
  • Nuova Opel Corsa OPC - anteprima 5
  • Nuova Opel Corsa OPC - anteprima 6

Al Centro Prove Opel di Dudenhofen i giri di prova sono finiti. La versione più veloce della Corsa di nuova generazione è pronta, con il motore turbo 1.6 da 207 CV che eroga una coppia massima di 245 Nm tra 1.900 e 5.800 giri (altri 35 Nm sono disponibili quando necessari grazie alla funzione overboost). La nuova Corsa OPC, che debutta al Salone di Ginevra, “è talmente divertente da togliere la voglia di scendere”, promette Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel Group. Per il marchio, in pieno rilancio, questa è l’atleta della famiglia, il top di gamma ed è importante che si distingua nel segmento delle piccole sportive. Per questo, riguardo al telaio, è stata adottata una nuova tecnologia di smorzamento selettivo in funzione della frequenza o Frequency Selective Damping (FSD) che consente di adattare la taratura alla frequenza di movimento del veicolo. Per tenerla al passo coi tempi è stata inoltre dotata (su richiesta) del sistema di infotainment IntelliLink di Opel.

Il design vuole esprimere potenza

La nuova Corsa OPC, come da tradizione, riprende il design della sorella maggiore di Corsa e lo rielabora in chiave sportiva. All’anteriore ci sono nuove e grandi prese d’aria, che sono ben definite da una cornice in alluminio, ed una piccola presa d’aria si trova anche nella parte anteriore del cofano. Le fiancate sono modellate e dinamiche e al posteriore spiccano il doppio scarico Remus con diffusore intorno ai terminali e lo spoiler sopra il portellone, disponibile in due versioni diverse: una più sottile di serie ed una molto più evidente che aumenta la deportanza sull’asse posteriore. A bordo ci sono i sedili sportivi Recaro, il volante in pelle e la pedaliera sportiva.

Tante anime ed un solo telaio sportivo FSD

Quando è stato sviluppato il turbo benzina da 207 CV della nuova Corsa OPC i tecnici hanno puntato ad un solo obiettivo: una coppia massima superiore al modello precedente, Corsa OPC Nurburgring Edition (coppia massima a partire da 2.250 giri). Stando ai dati dichiarati ci sono riusciti ottenendo una versione più reattiva a regimi inferiori. La nuova Corsa OPC accelera da ferma a 100 km/h in 6,8 secondi e raggiunge la velocità massima di 230 km/h (i consumi si attestano a 7,5 litri per 100 chilometri nel ciclo misto, con emissioni di CO2 di 174 g/km). Il cambio è a sei velocità ed il telaio ha questa nuova tecnologia di smorzamento selettivo in funzione della frequenza o Frequency Selective Damping (FSD) che consente di adattare la taratura alla frequenza di movimento del mezzo. E’ inoltre possibile scegliere diverse modalità di attivazione del sistema di controllo elettronico della stabilità (ESP) e del controllo della trazione (TC). In modalità “Competition”, il controllo della trazione è disattivato e l’ESP lascia le briglie sciolte. Per chi non si accontenta c’è poi il pacchetto performance di Corsa OPC, che comprende il differenziale meccanico autobloccante a dischi multipli Drexler, cerchi da 18 pollici con pneumatici sportivi Michelin, un telaio dall’impostazione ancora più sportiva e i freni Brembo ad alte prestazioni con dischi anteriori da 330 millimetri.

Autore:

Tag: Novità , Opel , auto europee , ginevra


Top