dalla Home

Novità

pubblicato il 2 febbraio 2015

Renault Kadjar, il crossover francese "mondiale"

Fratello maggiore della Captur, è basato sulla Nissan Qashqai e debutterà anche in Cina

Renault Kadjar, il crossover francese "mondiale"
Galleria fotografica - Renault KadjarGalleria fotografica - Renault Kadjar
  • Renault Kadjar - anteprima 2
  • Renault Kadjar - anteprima 3
  • Renault Kadjar - anteprima 4
  • Renault Kadjar - anteprima 5
  • Renault Kadjar - anteprima 6
  • Renault Kadjar - anteprima 7

Tutti vogliono i crossover, soprattutto quelli di taglia media, e ora anche Renault ha il suo. Si chiama Kadjar, è il fratello maggiore del Captur e si posiziona, appunto, nel segmento più importante, quello delle SUV-Crossover di segmento C sfruttando appieno le sinergie dell'Alleanza Renault-Nissan. La piattaforma è infatti la CMF C/D della Nissan Qashqai, già best seller di categoria. Per vederla su strada occorrerà pazientare fino alla prossima estate, ma molti dettagli (compresi i prezzi), dovrebbero essere anticipati già in occasione del prossimo Salone di Ginevra.

Design: una maxi-Captur con fari a LED

Esteticamente il nuovo Renault Kadjar è figlio del corso stilistico voluto da Laurens Van den Acker: su dimensioni e proporzioni analoghe a quelle della Qashqai (445x184x160 cm), la carrozzeria propone quelle muscolosità tipiche delle ultime Renault. E in particolare del Captur, con alcune caratterizzazioni riprese pari pari (ad esempio, la piega sotto le portiere) o le vistose protezioni inferiori, con altezza da terra di 19 cm e grandi ruote da 690 mm con cerchi fino a 19". La mascherina è quella delle Renault più importanti, con l'ampia griglia su cui spiccano il profilo cromato che prosegue nei fari e la classica losanga. A proposito di fari con il Kadjar debutta anche su una Renault la tecnologia full LED, con una nuova firma luminosa che sarà adottata nei nuovi modelli di gamma medio-alta. I parafanghi sporgenti, la finestratura che sale verso la coda seguendo la bombatura della fiancata, le barre sul tetto e la coda alta con lunotto arrotondato completano un design più grintoso della media dei crossover. A maggior ragione se si sceglie un colore acceso come il rosso rubino.

Interni spaziosi e multimediali

Gli interni del Renault Kadjar si presentano con forme più classiche rispetto a quanto si è visto su Clio e Captur. E c'è anche un visibile miglioramento della qualità generale con strumenti raccolti attorno al guidatore, materiali morbidi al tatto, schermo TFT da 7" in evidenza al centro e tunnel attrezzato con tanto di appiglio per il passeggero. Fra gli equipaggiamenti è previsto un tetto panoramico fisso dall'ampiezza di 1,4 metri quadrati nonchè l'impianto infotelematico R-Link 2 della nuova Espace, ottimizzato per il collegamento con gli smartphone con riconoscimento vocale e lo scaricamento di app dalla rete. A livello di spazio a bordo il Kadjar promette bene con un un bagagliaio che parte da 472 litri, ampliabili abbattendo i sedili per formare un vano completamente piatto, a cui si aggiungo altri 30 litri di vani porta oggetti sparsi qua e là.

Due o quattro ruote motrici

Dati tecnici di dettaglio non sono ancora disponibii, ma è certo che il Renault Kadjar avrà la meccanica del Nissan Qashqai, con le più recenti motorizzazioni viste anche su altre Renault. Tra queste è previsto il 1.2 TCe turbo da 116 CV e i turbodiesel 1.5 dCi da 100 CV e 1.6 dCi da 131 CV, dotati di Stop and Start e con possibilità di trazione integrale e cambio robotizzato a doppia frizione. Per le versioni 4x4, sono previste tre modalità di utilizzo (Auto, Lock e 2WD) e angoli di attacco e di uscita di 18° e 25°, per la guida in fuoristrada; sulla 2WD c'è invece la funzione Extended Grip, per una maggiore aderenza. Quanto alle tecnologie di assistenza alla guida è prevista la frenata di emergenza automatica, il sistema di parcheggio assistito, l'allarme di superamento di corsia, il riconoscimento dei segnali stradali e ovviamente la telecamera posteriore. Renault Kadjar viene prodotto per l'Europa nello stabilimento spagnolo di Palencia e sarà in vendita anche in Africa e nel bacino del Mediterraneo, ma in un secondo tempo verrà realizzato anche in una nuova fabbrica in Cina, a Wuhan, in collaborazione con Dongfeng.

Scegli Versione

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Renault , auto europee , ginevra


Top