dalla Home

Interviste

pubblicato il 2 febbraio 2015

DS, questo è l'anno del lancio mondiale

Il direttore generale Yves Bonnefont ci ha anticipato le intenzioni della marca francese

DS, questo è l'anno del lancio mondiale
Galleria fotografica - Citroen DS3Galleria fotografica - Citroen DS3
  • Citroen DS3 - anteprima 1
  • Citroen DS3 - anteprima 2
  • Citroen DS3 - anteprima 3
  • Citroen DS3 - anteprima 4
  • Citroen DS3 - anteprima 5
  • Citroen DS3 - anteprima 6

DS fa sul serio e quest'anno, in cui festeggia 60 anni, scatta il suo piano di lancio su scala mondiale. L'obiettivo del brand di lusso francese, che si sta scorporando da Citroen, è di affermarsi in Europa e conquistare l'Asia. Nel corso del Rally di Monte Carlo abbiamo intervistato Yves Bonnefont, direttore generale di DS, che ci ha anticipato alcune mosse del marchio transalpino, che in Cina scommette sulla DS5, mentre la DS4 e la DS3 saranno chiamate a ritagliarsi comunque un posto importante attraverso qualità di materiali, tecnologia e personalizzazione. Nell'ottica di crescita Bonnefont ha poi fissato un appuntamento importante: a maggio ci sarà la “DS Week”, una settimana dedicata alla stampa in cui saranno resi noti i piani per il medio-lungo termine. L'evento, stando a quanto affermato da Arnaud Ribault, direttore marketing e vendite di DS, avrà luogo a Parigi, probabilmente nei giardini del Louvre.

200 DS Store nelle maggiori metropoli del pianeta

Lo scorporamento da Citroen è già in fase avanzata, lo dimostrano i 200 DS Store che stanno per aprire in altrettante città del pianeta, veri e propri centri esclusivamente dedicati al nuovo marchio di lusso, che potrà così muovere i primi passi in solitaria, senza essere accompagnato dal simbolo del Double Chevron. Anche l'Italia sarà coinvolta con nuovi store che apriranno presto a Roma e a Milano e, sempre nel corso di quest'anno, apriranno numerosi spazi DS nei concessionari Citroen, chiamati DS Saloon. “Ne apriranno tre alla settimana, in tutto il mondo”, ha precisato il direttore generale transalpino.

DS pensa anche ai collezionisti con “The World of DS”

DS non sarà solo progetti per il mercato mondiale dell'automobile. Nel corso di quest'anno saranno infatti istituiti vari appuntamenti in tutta Europa – molti di questi in Italia, Olanda, Germania e Francia – dedicati ai collezionisti del marchio di lusso, che proprio nel 2015 festeggia i sessant'anni. Questo anniversario ha convinto i vertici di DS a creare una serie di eventi chiamata “The World of DS”, in cui le vetture storiche saranno le protagoniste, così come gli eventi musicali e artistici che faranno da contorno ai raduni.

No a collaborazioni tecniche con altri marchi

Teconolgia, personalizzazione delle componenti, cura del dettaglio e comfort sono le linee guida che accompagneranno la realizzazione di ogni DS lanciata sul mercato, ma creare un brand da zero richiede un esborso notevole di risorse economiche e materiali. DS potrà dunque sostenere un progetto così aggressivo riguardo la propria introduzione in scala mondiale nel mercato Automotive? Secondo Bonnefoit sì. Il direttore generale DS ha infatti escluso qualsiasi forma di collaborazione tecnica con altre case costruttrici: “DS camminerà e correrà da sola. Non chiederemo l'aiuto di nessuno nei prossimi anni. Il nostro compito è mostrare tutta la bontà della tecnologia francese ed esportarla nel mondo”. Insomma, un progetto ambizioso per un brand con altrettante velleità.

Galleria fotografica - Citroen DS5Galleria fotografica - Citroen DS5
  • Citroen DS5 - anteprima 1
  • Citroen DS5 - anteprima 2
  • Citroen DS5 - anteprima 3
  • Citroen DS5 - anteprima 4
  • Citroen DS5 - anteprima 5
  • Citroen DS5 - anteprima 6
Galleria fotografica - Citroen DS4Galleria fotografica - Citroen DS4
  • Citroen DS4 - anteprima 1
  • Citroen DS4 - anteprima 2
  • Citroen DS4 - anteprima 3
  • Citroen DS4 - anteprima 4
  • Citroen DS4 - anteprima 5
  • Citroen DS4 - anteprima 6

Autore: Giacomo Rauli

Tag: Interviste , DS , auto europee


Top