dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 28 gennaio 2015

Dossier Pit Game

Alpine Vision Gran Turismo: "Fate un'auto senza porvi limiti"

È quello che è stato detto ai progettisti per creare una sportiva che dal videogioco possa diventare una Renault "vera"

Alpine Vision Gran Turismo: "Fate un'auto senza porvi limiti"
Galleria fotografica - Renault Alpine Vision Gran TurismoGalleria fotografica - Renault Alpine Vision Gran Turismo
  • Renault Alpine Vision Gran Turismo - anteprima 1
  • Renault Alpine Vision Gran Turismo - anteprima 2
  • Renault Alpine Vision Gran Turismo - anteprima 3
  • Renault Alpine Vision Gran Turismo - anteprima 4
  • Renault Alpine Vision Gran Turismo - anteprima 5
  • Renault Alpine Vision Gran Turismo - anteprima 6

Le supercar sono oggetti reali per pochi e virtuali per moltissimi. Non solo perché i fortunati che possono comprarle sono una ristretta minoranza, ma anche perché ai comuni mortali è concessa almeno la possibilità di guidarle nei videogiochi. Ed è così che le macchine da sogno ormai vengono tutte quante digitalizzate, con le cosiddette “matematiche” che sono fornite alle principali software housedirettamente dai costruttori automobilistici, tanto è importante il ritorno di immagine e di popolarità. Con la Alpine Vision Gran Turismo che vedete nella fotogallery è successo il contrario e così ai suoi designer e ingegneri Renault ha chiesto di immaginare una sportiva senza partire dai vincoli dettati da esigenze produttive o di contenimento dei costi, con l’obiettivo di far debuttare la macchina prima nel mondo virtuale che in quello reale.

La “barchetta” si potrà scaricare e gudiare nel videogioco prima del ritorno di una nuova Renault Alpine, fissato per il 2016. Il progetto è nato da 15 concetti di design differenti, che hanno portato anche alla realizzazione di un prototipo fisico a grandezza reale, mostrato al pubblico del Festival Automobile International di Parigi dal 27 gennaio, che prefigura una vettura con monoscocca in fibra di carbonio con motore posteriore centrale 4.5 litri di cilindrata, V8 e con 444 CV e 580 Nm. Ovviamente a trazione posteriore, come una sportiva che si rispetti, che trasmette dunque il moto alle retrotreno attraverso un cambio sequenziale a 7 rapporti. Con un peso di 900 kg, la velocità massima dovrebbe superare i 320 km/h. Questo progetto, quindi, riprende un discorso interrotto con la fine dell’accordo fra Renault e Caterham per la realizzazione di supercar firmate Alpine

Autore: Redazione

Tag: Prototipi e Concept , Renault , videogiochi


Top