dalla Home

Motorsport

pubblicato il 19 gennaio 2015

Dakar 2015, il trionfo di Al-Attiyah

Secondo si piazza De Villiers, sul gradino più basso del podio sale Holowczyc

Dakar 2015, il trionfo di Al-Attiyah
Galleria fotografica - Dakar 2015, il trionfo di MINI All4 Racing e Al-AttiyahGalleria fotografica - Dakar 2015, il trionfo di MINI All4 Racing e Al-Attiyah
  • Dakar 2015, il trionfo di MINI All4 Racing e Al-Attiyah - anteprima 1
  • Dakar 2015, il trionfo di MINI All4 Racing e Al-Attiyah - anteprima 2
  • Dakar 2015, il trionfo di MINI All4 Racing e Al-Attiyah - anteprima 3
  • Dakar 2015, il trionfo di MINI All4 Racing e Al-Attiyah - anteprima 4
  • Dakar 2015, il trionfo di MINI All4 Racing e Al-Attiyah - anteprima 5
  • Dakar 2015, il trionfo di MINI All4 Racing e Al-Attiyah - anteprima 6

I numeri non mentono mai: con 5 tappe vinte su tredici e più di 35’ di distacco rifilati al secondo in classifica, Al-Atthiya ha meritatamente vinto la Dakar 2015. Il "principe del Qatar", dopo aver trionfato nel 2011, per la seconda volta in carriera porta a casa il prestigioso trofeo. Successo che è la punta dell’iceberg della prova di forza mostrata dal team X-Raid, dal 2012 dominatore del raid sudamericano, e capace in questa edizione di piazzare quattro MINI All4 Racing nei primi 5 posti della graduatoria generale. Lo stesso Al-Atthiyah ha voluto sottolineare la prova del suo team dichiarando: "La vittoria non è solo mia, ma di tutti voi che avete lavorato senza sosta per permettermi di vincere". Le Toyota Hilux hanno provato a insidiare le auto inglesi fin dai primi metri del raid. Bene si è comportato Terranova, capace di tagliare per primo il traguardo di tappa in tre occasioni, ma i complimenti li merita anche De Villiers, piazzatosi con il suo pick-up giapponese onorevolmente sul secondo gradino del podio. Il finale della corsa ha regalato una soddisfazione per la Duster di Emiliano Spataro, riuscita a salire sul podio nella penultima frazione. Buona l’esibizione della Peugoet 2008 DKR. I francesi si ripresentavano in gara a 25 anni di distanza dai i fasti della T16 e Peterhansel è stato in grado di portare la vettura ai piedi della top ten grazie al passo costante tenuto in tutti gli stage.

Quest'edizione della Dakar è stata durissima. Dalla partenza da Buenos Aires, passando in Cile tra le piste delle Ande e attraversando gli altopiani Boliviani per ritornare nella capitale argentina, le intemperie hanno accompagnato i piloti lungo il percorso, trasformando la terra battuta in fango, allagando le strade e aumentando il livello di difficoltà per tutti. Nemmeno l’ultima tappa, la passerella finale per le strade di Bueno Aires, è stata risparmiata dalle intemperie. Infatti, a causa di un uragano abbattutosi sul percorso, gli organizzatori hanno deciso di interrompere la prova al km 34 per garantire l’incolumità dei piloti. La selezione, in ogni caso, è stata durissima anche in quest'edizione e a pagarne le spese sono stati piloti esperti come Carlos Sainz e Nani Roma costretti al ritiro dopo spaventosi incidenti. Appuntamento, dunque, al 2016 quando, come sembra, la Colombia sostituirà il Cile. Per rivivere tutte le emozioni che questa edizione ha regalato, vi consigliamo di navigare sullo speciale di OmniCorse.it

Dakar 2015, la classifica finale

1 - Al-Attiyha Nasser (QAT)/Baumel Matthieu (FRA) MINI All4 Racing in 40h18’30”
2 - De Villiers Giniel (ZAF)/Von Zitzewtiz Dirk (DEU) Toyota Hilux +35’39”
3 - Holowczyc Krzysztof (POL)/Panseri Xavier (FRA) MINI All4 Racing +1h31’51”
4 - Van Loon Erik (NLD)/Rosegaar Wouter (NLD) MINI All4 Racing +3h01’34”
5 - Lavielle Christian (FRA)/Maimon Pascal (FRA) Toyota Hilulx +3h12’19”
6 - Vasiliyev Vladimir (RUS)/Zhilstov Konstantin (RUS) MINI All4 Racing +3h15’16”
7 - Ten Brinke Bernhard (NLD)/Colosoul Tom (BEL) Toyota Hilux +3h41’53”
8 - Sousa Carlos (PRT)/Fiuza Paulo (PRT) Mitsubishi ASX +3h44’35”
9 - Rakhimbayev Aaidyn (KAZ)/Nikolaev Anoton (RUS) MINI All4 Racing +4h07’47”
10 - Chabot Ronan (FRA)/Pillot gilles (FRA) SMG Original +4h41’37”

Autore: Redazione

Tag: Motorsport , dakar


Top