dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 aprile 2007

Il mondiale WTCC passa al bioetanolo!

Il mondiale WTCC passa al bioetanolo!

Di solito si dice che le competizioni siano il laboratorio in cui si sviluppano le nuove tecnologie e a volte il linguaggio pubblicitario delle Case automobilistiche esagera nel magnificare nuove tecnologie che sono immancabilmente "...derivate dalla Formula 1". Ma se si pensa che fu durante l'epoca d'oro della Mille Miglia che si svilupparono soluzioni tecniche ancora oggi utilizzate, ci si può facilmente rendere conto che effettivamente è così. L'iniezione, ad esempio, venne per la prima volta impiegata su strada nel 1955, installata dalla Bosch sulla Mercedes 300 SLR di Stirling Moss che vinse l'edizione di quell'anno fissando il record di tutti i tempi.

Questa volta è però il motorsport che cambia per volere dell'industria automobilistica e, prima ancora, per rispettare l'ambiente, così da proporre nel mondiale turismo WTCC di utilizzare solo vetture alimentate a bioetanolo a partire dal 2009. Certo, l'utilizzo del biocarburante non è la soluzione definitiva, ed è ancora piuttosto dibattuta l'utilità del suo impiego, ma intanto è un passo avanti, dal momento che il mondiale turismo è la massima espressione agonistica delle auto derivate dalla grande serie.

La proposta è stata inoltrata da KSO, l'organizzatore del Campionato Mondiale Turismo, al FIA World Motor Sport Council che l'ha approvata all'unanimità. La prossima, dunque, sarà una stagione di transizione, perché il bio-etanolo verrà ammesso insieme alla benzina senza piombo e al diesel. Nel 2009, invece nel WTCC, sarà ammesso esclusivamente come carburante il bioetanolo.

"Viste le similitudini tra le vetture del Mondiale e le loro equivalenti su strada - ha dichiarato Jaques Behar, presidente e amministratore delegato di KSO - siamo convinti che il WTCC sia il terreno ideale per far conoscere al grande pubblico i bio-carburanti. I carburanti alternativi avranno un ruolo sempre più importante nel futuro dei motori e il nostro obiettivo è essere promotori di questa tecnologia".

Ancora non si sa quale tipo di bioetanolo verrà impiegato visto che partirà nei prossimi mesi un programma di sviluppo che coinvolgerà gli azionisti del WTCC, inclusi sponsor e Case, i quali valuteranno i diversi tipi di bio-carburanti disponibili sul mercato al fine di trovare la miglior soluzione possibile per ridurre al minimo i componenti fossili della benzina. La decisione sarà poi sottoposta al vaglio del Dipartimento Tecnico del FIA, a cui spetta il parere ultimo.

Autore:

Tag: Curiosità , bioetanolo


Top