dalla Home

Curiosità

pubblicato il 28 maggio 2015

Peugeot, Andreucci e l'Etna: l'incredibile backstage [VIDEO]

Dietro allo spettacolare spot c'è tanta preparazione e mille ostacoli. Scopriteli nel nostro video racconto

Galleria fotografica - Una Peugeot T16 sull'Etna, il backstageGalleria fotografica - Una Peugeot T16 sull'Etna, il backstage
  • Una Peugeot T16 sull\'Etna, il backstage - anteprima 1
  • Una Peugeot T16 sull\'Etna, il backstage - anteprima 2
  • Una Peugeot T16 sull\'Etna, il backstage - anteprima 3
  • Una Peugeot T16 sull\'Etna, il backstage - anteprima 4
  • Una Peugeot T16 sull\'Etna, il backstage - anteprima 5
  • Una Peugeot T16 sull\'Etna, il backstage - anteprima 6

Cosa c'è dietro a certi spettacolari filmati pubblicitari che vedono automobili di ogni tipo alle prese con situazioni al limite dell'impossibile? Quale e quanto lavoro è stato speso per un video adrenalinico che dura a volte pochi secondi? Molti lettori di OmniAuto.it se lo sono chiesto soprattutto dopo aver visto lo spot Peugeot della scalata all'Etna con la 208 T16 di Andreucci. E' per questo che vogliamo svelarvi i segreti e i retroscena della spettacolare salita al vulcano fatta dal campione italiano di rally. Il backstage visto dall'altra parte della telecamera ci svela dettagli incredibili come la preparazione durata oltre due anni che si è tradotta in un tempo di un'ora e mezza per le riprese. Come è successo anche a noi di dover affrontare imprevisti e difficoltà durante le riprese dei video di OmniAuto.it, così la troupe ingaggiata da Peugeot si è vista costretta ad accelerare i tempi di lavorazione per sfuggire alla tempesta e all'alluvione che ha flagellato la zona etnea nei giorni delle riprese, con tanto di nevicata in quota non prevista dalla sceneggiatura dello spot.

Un volo annullato e i nostri operatori e videomaker rifugiati in un bar per sfuggire al vento sferzante non ci hanno comunque impedito di testimoniare il backstage, anche il momento in cui alle 15.30, quando tutto sembrava perduto, Andreucci e la sua Peugeot T16 si sono messi in moto grazie ad una rapida schiarita in cima all'Etna ed entro le 17.00 hanno girato tutto: un'impresa! Uno sforzo altrettanto colossale è stato quello della preparazione del video di Andreucci che aveva a disposizione una sola Peugeot 208 T16, con assetto e gomme da terra, ma senza vettura di scorta. A questo si è aggiunta la tortura delle "tremila" autorizzazioni da chiedere prima al Parco dell'Etna, poi ai sindaci dei tre comuni dell'area e infine alla società che gestisce la strada che sale in cima all'Etna e ha fornito anche i mezzi fuoristrada. Tutte le difficoltà sono però state bilanciate dall'entusiasmo della gente del posto che ha collaborato al progetto, oltre che dal successo dei video arrivato al sesto posto nelle visualizzazioni del canale YouTube Peugeot internazionale.

Scegli Versione

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Peugeot , auto europee , piloti , rally , spot pubblicitari


Top