dalla Home

Mercato

pubblicato il 8 gennaio 2015

Jeep Cherokee alla carica, 2014 da record per il brand

Storico risultato negli USA per FCA. Vendite in aumento anche in Italia

Jeep Cherokee alla carica, 2014 da record per il brand
Galleria fotografica - Nuova Jeep CherokeeGalleria fotografica - Nuova Jeep Cherokee
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 1
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 2
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 3
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 4
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 5
  • Nuova Jeep Cherokee - anteprima 6

La nuova Jeep Cherokee ce l'ha fatta. In molti l'avevano criticata per il look di rottura rispetto al passato, ma il brutto anatroccolo si è trasformato in un cigno (almeno in termini di volumi di vendita). Negli Stati Uniti, la culla per eccellenza del marchio, ha aumentato le consegne di circa sei volte rispetto all'anno precedente (+592%), arrivando a 178.508 esemplari, ed il marchio è arrivato ad un +41%. Anche in Italia è andata bene: le vendite sono raddoppiate, passando da 5.829 a 11.334 unità (+94,44%). Il 2014 è stato quindi un anno eccezionale per il Gruppo Fiat, non solo per le vicende legate alla fusione con Chrysler o al passaggio di poltrona in Ferrari da Luca di Montezemolo a Sergio Marchionne, ma per i risultati commerciali. Negli USA c'è stata la miglior performance degli ultimi sei anni; in Italia il gruppo è sempre leader, con cinque vetture (Panda, Punto, 500L, Ypsilon e 500) ai primi posti nella classifica delle più vendute dell'anno e la Jeep Renegade a dicembre è entrata nella Top Ten. E poi c'è il Brasile, dove l’auto più venduta è ancora una Fiat (la Palio).

FCA cresce negli USA più di chiunque altro

A dicembre il gruppo ha segnato il 57esimo mese consecutivo di crescita. Nessun altro costruttore si sta espandendo con un tasso così elevato. Nel 2014 le vendite di FCA US negli Stati Uniti sono cresciute del 16% superando i due milioni di unità, con i marchi Jeep e Fiat che hanno stabilito primati assoluti di vendite annue. In particolare le vendite del marchio Fiat sono aumentate del 7% segnando il miglior anno dal ritorno del marchio sul mercato USA nel 2011 e sono state trainate dal successo della 500L (+68%, 12.413 unità consegnate). Nello stesso periodo le vendite del marchio Chrysler sono aumentate del 2%, segnando il miglior anno dal 2008, mentre per il Town & Country si è trattato delle migliori vendite annue dal 2007. Quello passato è stato un anno record a livello di vendite anche per Dodge Dart, Challenger e Journey, mentre il Durango ha registrato le miglior vendite annue dal 2006.

La scalata di Jeep, la popolarità del pickup RAM

A dicembre il marchio Jeep è cresciuto negli USA per il 15esimo mese consecutivo (+19%) chiudendo l’anno a quota +41%. Il balzo maggiore l’ha compiuto il nuovo Cherokee che da 25.786 unità è passato a 178.508 (+592%). Guardando al singolo mese di dicembre il Patriot ha stabilito un primato assoluto di vendite mensili (9.434 unità; +53%), mentre per Cherokee (17.715 unità; +18%) e Wrangler (14.003 unità; +16%) si è trattato del miglior dicembre mai registrato. Il Jeep Grand Cherokee ha conseguito un incremento del 4%, segnando il miglior dicembre degli ultimi tre anni, e Compass ha registrato il miglior dicembre dal 2006. Ma il modello FCA più venduto negli Stati Uniti è il pickup RAM, che è stato venduto in ben 439.789 unità (+24%). E’ questa una delle tipologie di vetture più popolari d’America e a dicembre il RAM 1500 EcoDiesel è stato nominato “Truck of the Year” dalla rivista Esquire. Nell’anno le vendite del marchio RAM Truck sono aumentate del 28%, segnando il miglior anno dal 2005, mentre per il RAM pickup si è trattato del livello più alto dal 2003.

Autore:

Tag: Mercato , Jeep , immatricolazioni , auto americane , auto italiane


Top