dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 24 dicembre 2014

Scatola nera, un'opportunità o una fregatura?

Le black box sempre più diffuse in Italia

Scatola nera, un'opportunità o una fregatura?

Addirittura 3 milioni di auto con scatola nera in Italia: record del mondo. Lo dice la Confindustria delle Assicurazioni, l’Ania, la quale evidenzia l’ascesa delle black box, gli apparecchi che registrano i movimenti della vettura e la dinamica dei sinistri: a fine 2012, 1,2 milioni di scatole nere utilizzate dagli assicurati; a fine 2013, 2 milioni di esemplari; e ora 3 milioni. Perché? Semplice: la polizza assicurativa Rc auto, con scatola nera installata sull’auto, viene scontata.

Quali riduzioni

Sui tagli al prezzo Rca, il discorso è complesso: entrano in gioco numerosi fattori, quali residenza, età, classe di merito. E lo sconto varia a seconda della politica della singola Compagnia: secondo una recente indagine Ania (ottobre 2014) che ha avuto per oggetto neopatentati (di età compresa tra i 18 ed i 25 anni) inquadrati nelle migliori classi di bonus-malus (tra la prima e la quarta), è stato rilevata una significativa riduzione del rischio assicurativo per quanti nel 2013 avevano sottoscritto un contratto con scatola nera. Nella gran parte delle province è risultato, in particolare, un rilevante calo del premio puro assicurativo, cioè del premio necessario a coprire il costo medio dei sinistri. Rispetto a polizze prive di scatola nera il premio puro è risultato inferiore di circa il 38% a Roma, di oltre il 40% a Napoli e Bologna, e addirittura di oltre il 60% a Palermo.

Piano con le illusioni

Va però ribadito: è la singola Compagnia che decide lo sconto. E anzi è del tutto libera nella scelta: può concedere oppure no la Rca con scatola nera. Inoltre, i super sconti evidenziati dall’Ania non saranno tali per i profili meno rischiosi di un neopatentato: per un 50enne in prima classe di merito di Aosta, che non fa mai incidenti e men che meno verrà mai coinvolto in truffe, la riduzione delle Rca non potrà toccare il 60% del neopatentato di Palermo, o il 40% del 18enne di Napoli.

Rischio frodi

Come ha evidenziato il presidente Antitrust Giovanni Pitruzzella, l’utilizzo dei contratti assicurativi con black box rappresenta uno strumento utile per abbattere i prezzi Rca nelle zone ad alto rischio di frode. Il principale cambiamento che stiamo osservando con l’introduzione delle scatole nere attiene agli stili di guida degli automobilisti. Laddove le polizze prevedono un ulteriore sistema premiante in termini di prezzo a fronte di comportamenti virtuosi monitorati dai dispositivi telematici, gli italiani reagiscono positivamente. Rispettano le regole, diventano automobilisti più prudenti. Stiamo insomma assistendo a una sorta di rivoluzione culturale che si accompagna anche a un costo più contenuto delle coperture assicurative”.

Non è tutto oro quel che luccica

Occhio però. Anzitutto, la scatola nera diventa una Bibbia in caso di sinistro. Può darsi che l’apparecchio non funzioni bene al momento dell’incidente (è uno strumento, che una volta nella sua vita può fare tilt come qualsiasi altro apparecchio), e che registri quanto non è mai avvenuto in realtà. A quel punto, in sede di contenzioso con la Compagnia, come contestare la scatola nera? Servirebbe la prova, a carico della parte contro la quale tali risultanze sono prodotte, che dimostri il mancato funzionamento del dispositivo. Già, la prova contraria è realizzabile? No. Non solo: se la scatola nera è collocata su veicolo della controparte, come fa l’automobilista ritenuto colpevole del sinistro a dimostrarsi innocente? L’acquisizione e la valutazione della prova vengono demandate a uno strumento tecnico: un oracolo. Se si viene accusati di frode, come accedere ai dati della scatola nera? E ancora: con la black box, può esserci un’applicazione di concorsualità di responsabilità. Sei in parte colpevole del sinistro perché, andando più piano, potevi evitare l’incidente: così magari ti viene appioppata una parte di colpa, e così il risarcimento cala in proporzione.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , assicurazioni


Top