dalla Home

Curiosità

pubblicato il 19 dicembre 2014

Bici, arriva il casco salva-vita che comunica con le auto

Volvo Cars e POC lo presentano all’International CES 2015 di Las Vegas

Bici, arriva il casco salva-vita che comunica con le auto
Galleria fotografica - Nuova Volvo XC90Galleria fotografica - Nuova Volvo XC90
  • Nuova Volvo XC90 - anteprima 1
  • Nuova Volvo XC90 - anteprima 2
  • Nuova Volvo XC90	   - anteprima 3
  • Nuova Volvo XC90 - anteprima 4
  • Nuova Volvo XC90	   - anteprima 5
  • Nuova Volvo XC90	   - anteprima 6

Ci sono sempre più bici per strada e purtroppo gli incidenti sono aumentati. Per questo Volvo ha pensato ad un progetto pioniere nel suo genere che, implementando la tecnologia già disponibile per le auto (Connected Safety), potrebbe portare ad una rivoluzione per le due ruote. Si tratta di un casco speciale che comunica con le auto e che, in caso di probabile incidente, allerta con una spia luminosa il ciclista, mentre allo stesso tempo il sistema avverte l’automobilista affinché freni o corregga la manovra. Tutto questo è possibile utilizzando una popolare app per smartphone dedicata a chi va in bicicletta, come Strava, grazie a cui la posizione del ciclista può essere condivisa con l’automobile - e viceversa - tramite il cloudVolvo. L’idea è tutta svedese (coinvolge VolvoCars; POC, azienda leader nella produzione di attrezzature di protezione per ciclisti e atleti, ed Ericsson) e verrà presentata alla manifestazione International CES 2015 di Las Vegas.

“La collaborazione fra VolvoCars, POC e Ericsson è una tappa fondamentale per studiare e capire quali dovranno essere i successivi passi da compiere per arrivare alla realizzazione dell’obiettivo di Volvo Car, ovvero costruire automobili che non faranno incidenti - ha detto Klas Bendrik, VP e Group CIO di Volvo Cars -. Già oggi il nostro sistema City Safety, incluso nella dotazione standard della nuova XC90, è in grado di rilevare e segnalare la presenza di ciclisti e di attivare i freni automaticamente per evitare una collisione. Ma adesso, analizzando le potenzialità dei sistemi di sicurezza basati sul cloud, ci stiamo avvicinando ancora di più all’obiettivo di eliminare i punti ciechi che ancora rimangono fra le auto e i ciclisti, il che ci porterà a evitare del tutto gli incidenti con questi utenti della strada”.

Autore:

Tag: Curiosità , Volvo , sicurezza stradale , bici


Top