dalla Home

Curiosità

pubblicato il 17 dicembre 2014

Puritalia 427, la spider fra passato e futuro

Spinta dal V8 Ford da 445 o 605 CV, la biposto italiana sarà prodotta in 427 esemplari da 180.000 euro, tasse escluse

Puritalia 427, la spider fra passato e futuro
Galleria fotografica - Puritalia 427Galleria fotografica - Puritalia 427
  • Puritalia 427 - anteprima 1
  • Puritalia 427 - anteprima 2
  • Puritalia 427 - anteprima 3
  • Puritalia 427 - anteprima 4
  • Puritalia 427 - anteprima 5
  • Puritalia 427 - anteprima 6

La Puritalia 427 è una spider sportiva annunciata più di due anni fa dalla Puritalia Automobili, una startup italiana con sede a Napoli che vuole unire il design Made in Italy con la tradizione americana delle potenti roadster biposto degli anni Sessanta, in particolare la Shelby Cobra. Il progetto portato avanti dal fondatore Paolo Parente e concretizzata dallo stile del designer Fabio Ferrante è ormai arrivato ad un punto di svolta, visto che è stato presentato a Milano il primo prototipo della Puritalia 427, il telaio 000 su 427 realizzato in due anni e mezzo di lavoro. La produzione vera a propria inizierà solo nel 2016 con i primi 35 esemplari della "Launch
Edition", proseguendo fino ai 427 esemplari previsti, di cui 250 destinati a mercati extraeuropei, Il prezzo base della Puritalia 427 è fissato in 180.000 euro, più le tasse locali.

605 Cv per 1.150 kg

La Puritalia 427 è una vettura sportiva senza tetto, ma soprattutto "senza soluzioni rivoluzionarie o materiali esotici" come dice lo stesso Parente. La semplicità meccanica è unita alle raffinatezze costruttive che solo un prodotto artigianale come questo può garantire, il tutto in una muscolosa spider lunga 4.350 mm, larga 1.952 mm e alta appena 1.255 mm. Anche il peso di soli 1.150 kg equamente diviso fra avantreno e retrotreno (50:50) è un dato di grande interesse nell'ottica delle prestazioni, ottenuto grazie al telaio in estrusioni e pannelli di alluminio aeronautico saldati a TIG e alla carrozzeria in materiale composito e fibra di carbonio. Lo schema meccanico è quello più amato dai puristi delle roadster a due posti, ovvero trazione posteriore e motore anteriore Ford V8 5.0L 32V DOHC Ti-VCT che in versione aspirata sviluppa 445 CV (530 Nm) e in quella sovralimentata col volumetrico arriva a 605 CV con un picco di coppia a 640 Nm.

Partner tecnici di tutto rispetto

La potenza del V8 americano viene trasmessa alle ruote posteriori della Puritalia 427 attraverso un albero di trasmissione in alluminio collegato ad un cambio manuale a 6 marce e ad un differenziale autobloccante. Le sospensioni sono tutte indipendenti a doppi triangoli sovrapposti dotate di ammortizzatori a gas regolabili Bilstein e molle Eibach. Anche le barre antirollio tubolari sono regolabili e hanno un diametro di 32 mm davanti e 29 mm dietro. L'impianto frenante servoassistito Brembo prevede la presenza di dischi anteriori da 380x32 mm davanti con pinze a 6 pistoncini e da 345x28 mm dietro con pinze a 4 pistoncini. Le "scarpe" della Puritalia 427 sono delle ruote in lega da 19" davanti e 20" dietro che montano pneumatici Pirelli P Zero 275/35R19 e 335/30R20. Fra i partner tecnici di Puritalia Automobili ci sono poi Recaro che ha fornito alla 427 una versione personalizzata del sedile Sportster CS, Hella per i fari full LED, la californiana HRE per i cerchi in lega e Quaife per il differenziale autobloccante Automatic Torque Biasing (ATB).

Puritalia GTQ, l'ibrida per il 2018

Per i clienti più esigenti che vogliono avere un'auto unica al mondo esiste poi il programma di personalizzazione Puritalia Sartoria che crea la 427 su misura attraverso un percorso di scelta di optional, colori e rivestimenti speciali. L'acquirente può visualizzare in anticipo il prodotto finito e rifinito in base ai suoi gusti utilizzando anche rendering e strumenti di realtà virtuale 3D. Uno dei progetti più ambiziosi di Puritalia Automobili è poi quello di affiancare alla 427 una nuova vettura ibrida 4x4, la Puritalia GTQ prevista per il 2018. Questo secondo modello, già in fase di studio, prevede uno stile ispirato alla 427, ma una meccanica tutta diversa che parte dal V8 termico in posizione centrale per dare la trazione integrale assieme ad un motore elettrico anteriore a controllo elettronico.

Autore:

Tag: Curiosità , auto americane , auto italiane , auto ibride


Top