dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 10 dicembre 2014

Dossier Salone di Detroit 2015

Nuova MINI John Cooper Works, quella da 231 CV

La più potente delle MINI ha la stessa cavalleria dell'Audi S1 e scatta da 0 a 100 in 6,1 secondi

Nuova MINI John Cooper Works, quella da 231 CV
Galleria fotografica - Mini John Cooper Works 2015Galleria fotografica - Mini John Cooper Works 2015
  • Mini John Cooper Works 2015 024 - anteprima 1
  • Mini John Cooper Works 2015 029 - anteprima 2
  • Mini John Cooper Works 2015 028 - anteprima 3
  • Mini John Cooper Works 2015 025 - anteprima 4
  • Mini John Cooper Works 2015 026 - anteprima 5
  • Mini John Cooper Works 2015 027 - anteprima 6

Nella gamma della nuova MINI manca ancora una versione davvero potente e "cattiva" come chiedono alcuni clienti dell'inglesina, ma l'assenza verrà risolta al prossimo Salone di Detroit (17-25 gennaio 2015) con la presentazione ufficiale della nuova MINI John Cooper Works. La variante più sportiva della storia MINI, almeno a quanto anticipato in maniera ufficiosa dagli australiani di Car Advice, monta per la prima volta il quattro cilindri 2.0 turbo benzina da 231 CV e 320 Nm, versione evoluta del motore della MINI Cooper S che supera di 20 CV il 1.6 turbo montato sulla JCW della serie precedente. Può sembrare solo un caso, ma la potenza di 231 CV è asattamente la stessa della rivale diretta, quella Audi S1 che però vanta anche la trazione integrale quattro. L'arrivo nelle concessionarie della nuova MINI John Cooper Works è atteso per l'estate del 2015.

6,1 secondi da 0 a 100 km/h

Le prestazioni annunciate della nuova MINI John Cooper Works sono molto interessanti, a partire dai 6,1 secondi necessari per accelerare da 0 a 100 km/h con il cambio automatico 6 marce e i 6,3 secondi quando è montato il cambio manuale 6 marce. I consumi si riducono del 23% rispetto alla precedente MINI JCW, scendendo a 5,7 l/100 km nella versione automatica e 6,7 l/100 km con il cambio manuale. L'assetto della nuova MINI John Cooper Works è derivato da quello della MINI Cooper S, ma con settaggi specifici, ammortizzatori regolabili Dynamic Damper Control opzionali, cerchi da 17 o 18 pollici, differenziale a bloccaggio elettronico e servosterzo elettromeccanico con compensazione della coppia.

Sportiva con discrezione

Da fuori la MINI John Cooper Works si distingue dalla Cooper S per i paraurti specifici con generose prese d'aria e sfoghi aerodinamici, griglia inferiore di nuova foggia, fari full LED con indicatori di direzione bianchi, terminali di scarico dedicati e varie placchette JCW, quasi come la concept JCW vista a Detroit lo scorso anno. Lo stesso trattamento sportivo è dedicato agli interni dove si possono apprezzare i rivestimenti in pelle per volante e leva del cambio, la pedaliera in acciaio inox, il rivestimento interno del tetto di colore nero e i sedili sportivi con finiture rosse e nere. Fra le dotazioni della nuova MINI John Cooper Works si segnalano il cruise control adattivo, la frenata d'emergenza, la telecamera di retromarcia, gli abbaglianti automatici, il rilevamento dei segnali stradali e l'head-up display, oltre al navigatore Professional con schermo da 8,8".

Autore:

Tag: Anticipazioni , Mini , auto europee , detroit


Top