dalla Home

Novità

pubblicato il 3 dicembre 2014

Ferrari FXX K, 1.050 CV da pista

Aerodinamica da corsa e KERS evoluto per la "belva" di Maranello destinata a pochi clienti-collaudatori

Ferrari FXX K, 1.050 CV da pista
Galleria fotografica - Ferrari FXX KGalleria fotografica - Ferrari FXX K
  • Ferrari FXX K - anteprima 1
  • Ferrari FXX K - anteprima 2
  • Ferrari FXX K - anteprima 3
  • Ferrari FXX K - anteprima 4
  • Ferrari FXX K - anteprima 5
  • Ferrari FXX K - anteprima 6

La versione da pista de LaFerrari si chiama Ferrari FXX K, dove la K sta per Kers, le tecnologia ibrida di recupero energia cinetica che garantisce le massime prestazioni ai fortunati clienti-collaudatori che la useranno esclusivamente in circuito come tester d'eccezione. La Ferrari FXX K fa il suo debutto ufficiale alle finali mondiali Ferrari di Yas Marina, ad Abu Dhabi, mettendo sul piatto degli appassionati una portata davvero ghiotta: 1.050 CV di potenza massima garantita dalla somma degli 860 CV del V12 e i 190 CV del motore elettrico, più 900 Nm di coppia massima.

Aerodinamica estrema per le prestazioni massime

Il motore V12 di 6.262 cc della Ferrari FXX K è stato specificamente elaborato con nuovi alberi a camme, distribuzione meccanica delle valvole al posto di quella idraulica, mappatura speciale e scarico libero privato dei silenziatori. Anche il sistema HY-KERS è ottimizzato per le massime prestazioni e offre al pilota quattro settaggi del manettino: Qualify, per la massima prestazione in un numero limitato di giri, Long Run per la costanza della performance, Manual Boost per l'erogazione istantanea della massima coppia e Fast Charge per la ricarica rapida della batteria. Le modifiche apportate alla Ferrari FXX K sono anche di tipo aerodinamico, partendo dall'ala frontale a due elementi con splitter maggiorato per arrivare alle pinne verticali di coda con carrozzeria alzata e spoiler mobile che si allunga di ulteriori 60 mm. Non mancano neppure la sigillatura del fondo, le minigonne estese e due condotti di by-pass che riducono la pressione dell'aria davanti alle ruote posteriori. In questo modo il carico verticale è migliorato del 50% e arriva fino a 540 kg alla velocità di 200 km/h.

Col manettino racing si controlla tutto

I pneumatici slick Pirelli P-Zero 285/650 R19 x10½ e 345/725 R20x13 sono dotati di sensori che rilevano pressione, temperatura e forze di accelerazione e dialogano con il traction control per ottenere le massime prestazioni. Per la gestione di Differenziale elettronico E-Diff, controllo di trazione F1-Trac, controllo elettronico dell'angolo di assetto con specifica calibrazione per gli pneumatici slick (Racing SSC) e ABS prestazionale si può usare il manettino racing a 5 posizioni sul volante. Le sospensioni godono della presenza del dispositivo SCM-E Frs, il controllo magnetoreologico con sistema doppio solenoide (Al-Ni tube). La distribuzione dei pesi è calibrata sul rapporto 41:59, mentre a moderare la furia della Ferrari FXX K ci pensa l'impianto freni carboceramici della Brembo con dischi da 398x36 mm davanti e 380x34 mm dietro. Il cambio resta l'F1 doppia frizione a 7 marce.

Autore:

Tag: Novità , Ferrari , auto italiane


Top