dalla Home

Tecnica

pubblicato il 26 dicembre 2014

Volkswagen: presto il TDI da 272 CV e il cambio DSG a 10 marce

La casa tedesca al lavoro con nuove tecnologie per migliorare prestazioni e ridurre i consumi

Volkswagen: presto il TDI da 272 CV e il cambio DSG a 10 marce
Galleria fotografica - Nuova Volkswagen Passat berlina 2014Galleria fotografica - Nuova Volkswagen Passat berlina 2014
  • Nuova Volkswagen Passat 2014 - anteprima 1
  • Nuova Volkswagen Passat 2014 - anteprima 2
  • Nuova Volkswagen Passat 2014 - anteprima 3
  • Nuova Volkswagen Passat 2014 - anteprima 4
  • Nuova Volkswagen Passat 2014 - anteprima 5
  • Nuova Volkswagen Passat 2014 - anteprima 6

Volkswagen aggiunge due novità tecniche alla sua già nutrita gamma, con numeri al vertice della categoria: si tratta del motore 2.0 TDI a gasolio da 272 CV e del nuovo cambio DSG a 10 marce, annunciati in anteprima all'Innovation Workshop di Wolfsburg. Non si sa quando saranno lanciati sul mercato, ma faranno parte del programma "Think Blue. Engineering", per arrivare entro il 2018 a ridurre gli agenti inquinanti del 25% rispetto ai corrispondenti motori del 2010.

272 CV con turbina elettrica e veleggiamento

Il quattro cilindri 2.0 TDI da 272 CV, evoluzione del 2 litri TDI biturbo da 240 CV della nuova Volkswagen Passat, ottiene alti valori di potenza grazie al doppio turbo, a una turbina elettrica che aiuta ad aumentare la spinta ai bassi regimi ma anche a ridurre i consumi, e a una pressione di iniezione common rail che supera i 2.500 bar. I valori di consumo, peri a 5,3 l/100 km sull'attuale 2 litri da 240 CV della Passat, saranno migliorati grazie anche ad un nuovo sistema Start&Stop con sistema di coasting, o veleggiamento, che spegne il motore con velocità in frenata di 7 km/h, e si aggiunge al consueto sistema di recupero dell'energia.

Con 10 marce sempre il rapporto giusto

Per gestire potenza e coppia sempre più elevate nei recenti motori Volkswagen, occorre anche un cambio automatico adeguato: ecco dunque arrivare il nuovo DQ551, vale a dire un DSG a doppia frizione dotato di ben 10 marce, che è capace di tollerare una coppia fino a 550 Nm, e di abbinare in modo sempre più esatto il rapporto con il regime di rotazione.

Un navigatore che sa come guidi

Il sistema sarà in grado di dare il meglio anche con l'annunciato navigatore predittivo: in pratica si tratta di un sistema di navigazione che si attiva in background anche senza selezionare una destinazione, e che in base al tipo di strada e alle abitudini di guida è in grado di ottimizzare le prestazioni, attraverso un dialogo con centraline e sistema ibrido.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Tecnica , Volkswagen , auto europee , nuovi motori


Top