dalla Home

Attualità

pubblicato il 27 novembre 2014

Gli automobilisti italiani sono "malati" di social network

1 guidatore su 5 li usa mentre guida o manda SMS

Gli automobilisti italiani sono "malati" di social network

Alzi la mano chi, anche solo per "un attimo", ha guidato usando contemporaneamente il cellulare senza bluetooth o auricolare. E’ capitato a molti, forse a tutti, almeno una volta… Secondo l’osservatorio LeasePlan Mobility Monitor lo fanno sette guidatori su 10. Il fenomeno è preoccupante perché la guida distratta provoca un incidente su due. Ancora peggio va con i social network che stanno diventando una mania. Li usano tre automobilisti su dieci (24%) ed il dato è in crescita. Se si pensa che in appena 20 secondi, viaggiando a 100 km/h, questa distrazione costa più di 500 metri al buio (come cinque campi da calcio), si può avere un’idea di quanto sia pericoloso. La multa per l’utilizzo del cellulare alla guida senza auricolare o vivavoce va da 74 a 299 euro e c’è la decurtazione di 5 punti dalla patente.

Tra le altre distrazioni più diffuse c’è quella di fumare (39%), bere o mangiare (32%). Chi pensa invece allo stereotipo delle donne che si truccano in auto deve ricredersi: lo fanno solo 6 su 100. Quanto siano pericolose queste cattive abitudini ce lo ha dimostrato qualche tempo fa un video che aveva fatto molto discutere. Si chiama “The killer selfie: a tragic love story” ed è stato lanciato da Ford nell’ambito di una campagna per la sicurezza stradale. Eccolo di seguito:

Il selfie killer

Un video che mostra le conseguenze drammatiche si uno scatto al volante e che conferma gli inquietanti risultati di una ricerca secondo la quale un europeo su quattro scatta foto mentre è alla guida.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top