dalla Home

Test

pubblicato il 26 novembre 2014

Turbo, la parola magica che emoziona sempre [VIDEO]

Per i bambini vuol dire andare veloce, per noi anche andare di traverso e consumare poco. Con una, anzi, tre Renault Clio

Galleria fotografica - Perché è così bello guidare un’auto con motore turboGalleria fotografica - Perché è così bello guidare un’auto con motore turbo
  • Perché è così bello guidare un’auto con motore turbo - anteprima 1
  • Perché è così bello guidare un’auto con motore turbo - anteprima 2
  • Perché è così bello guidare un’auto con motore turbo - anteprima 3
  • Perché è così bello guidare un’auto con motore turbo - anteprima 4
  • Perché è così bello guidare un’auto con motore turbo - anteprima 5
  • Perché è così bello guidare un’auto con motore turbo - anteprima 6

"Dai papà, metti il turbo!". Chi da bambino non ha giocato, almeno una volta, con quella "parola magica", che in tutto il mondo è usata nelle situazioni in cui si va veloci. Ma anche quando le cose vanno bene, o quando ci si diverte. È un po' quello che è successo a noi nella prova speciale che abbiamo voluto raccontarvi con un video, dove la protagonista è la Renault Clio sull'Autodromo di Modena, in tre modi diversi di interpretare un motore turbo. E di emozionarsi: per le prestazioni della Clio Cup, per la guidabilità della Clio RS e per l'efficienza della Clio Tce.

Un, due, tre... turbo!

Tre macchine, dunque, per tretester. Ognuno esperto (e appassionato) a modo suo e in perfetta sintonia con quello che il turbo può dare. A Giuliano Daniele (ingegnere e collaudatore di OmniAuto.it) il compito di guidare sporco la RS da 200 CV, lasciando a Franco Nugnes (direttore di OmniCorse.it e pilota) l'adrenalina della guida veloce su un'auto da corsa come la Clio Cup da 220 CV, con Fabio Gemelli (giornalista di OmniAuto.it esperto di economy run) a dare il tocco finale nella sottile arte della guida col piede leggero, alle prese con il 900 3 cilindri benzina da 90 CV.

Questione di gusti

Nelle immagini capirete meglio il senso che abbiamo voluto dare a questa "turbo-prova"! Insomma, un turbo e tre Clio. Ma quante emozioni di guida diverse: ecco perché turbo è davvero una parola magica, che piace perché è bello andare veloci, divertirsi come bambini e, perché no, anche consumare poco. Basta avere lo spirito giusto...

 [Foto: Gianni Mazzotta & Carlo Favero]

Scegli Versione

Autore: Redazione

Tag: Test , Renault , guida sportiva


Top