dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 25 novembre 2014

Car sharing, adesso anche le auto car2go si aprono con lo smartphone

La tessera resta un’alternativa all’app che è stata rinnovata

Car sharing, adesso anche le auto car2go si aprono con lo smartphone
Galleria fotografica - car2goGalleria fotografica - car2go
  • car2go - anteprima 1
  • car2go - anteprima 2
  • car2go - anteprima 3
  • car2go - anteprima 4
  • car2go - anteprima 5
  • car2go - anteprima 6

Avere la tessera non è più l’unico modo per utilizzare car2go. Il car sharing di Daimler ha aggiornato la sua app introducendo la funzionalità Smartphone Based Rental che consente agli utenti di cercare, prenotare la smart e poi di aprirla. Una risposta alla concorrenza (Enjoy, ad esempio, funziona così dall’origine) utile per aumentare la comodità del servizio fino ad oggi penalizzato dal fatto che bisognava andare a ritirare fisicamente la tessera in determinati punti di assistenza. Un bel limite per chi voleva provare il servizio senza impegno. La membercard comunque rimane e può rappresentare un vantaggio nel caso in cui ci si trovi con il cellulare scarico.

Come funziona l’accesso via smartphone

La app, per dispositivi iOS e Android, serve ad individuare una vettura nell’area d’interesse, leggerne i dettagli e prenotarla. Raggiunta l'auto se ne verifica lo stato. A questo punto si clicca su “Inizia Noleggio” e, confermata l'accettazione delle condizioni generali di contratto, se non è stato già fatto ad esempio al momento della registrazione, la vettura car2go si apre (la chiave si trova nell’apposito lunotto).

Come fare per terminare il noleggio

Alla fine dell’utilizzo, l’auto va parcheggiata nell’area operativa car2go in qualsiasi parcheggio pubblico (vanno bene anche le strisce blu). Si clicca su “Termina Noleggio”, sopra lo schermo del navigatore, e si ripone la chiave nel rispettivo lunotto. Una volta chiuse tutte le portiere, dopo 15 secondi l’auto si chiude in automatico.

Quanto costa car2go

L’iscrizione, che può essere fatta online su car2go.com oppure presso i punti convenzionati, costa 19 euro. Si possono utilizzare le auto 24 ore su 24 e la tariffa di base di 0,29 euro al minuto comprende tasse, assicurazione, benzina, parcheggio, i primi 50 chilometri e IVA. In alternativa si può scegliere una tariffa oraria di 14,90 euro (anziché a 17,40) o giornaliera di 59 euro con limiti di 50 km di percorrenza, superati i quali sono addebitati 0,29 euro al km. Chi è cliente in Europa può utilizzare il servizio in tutte le altre città dov’è attivo (per informazioni sulla tariffa è bene consultare il sito locale).

Autore: Redazione

Tag: Attualità , car sharing


Top