dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 24 novembre 2014

Car sharing, dopo l'errore car2go regala 30 minuti di guida

La società sta riaccreditando gli importi addebitati per sbaglio sulle carte di credito

Car sharing, dopo l'errore car2go regala 30 minuti di guida
Galleria fotografica - car2goGalleria fotografica - car2go
  • car2go - anteprima 1
  • car2go - anteprima 2
  • car2go - anteprima 3
  • car2go - anteprima 4
  • car2go - anteprima 5
  • car2go - anteprima 6

car2go, il car sharing di Daimler attivo a Roma, Milano e Firenze, si scusa ufficialmente con gli iscritti per l’errore tecnico che tra il 10 e il 13 novembre ha addebitato erroneamente su alcune carte di credito degli importi per noleggi mai effettuati. Tutto è stato risolto, tiene a precisare l’azienda, che a titolo di parziale risarcimento per il disagio riconosce ai clienti colpiti 30 minuti di guida gratuita per viaggi futuri validi per 90 giorni nella propria città. L’accredito dei minuti gratuiti sarà visibile entro 2 giorni sull’account personale. Nella dichiarazione ufficiale però non viene specificato il numero dei clienti coinvolti; è solo noto che l'Italia è il paese numero uno al mondo per car2go con oltre 110mila iscritti.

Di che errore si è trattato?

C’è stato un errore tecnico, spiega car2go “esprimendo le sue più sincere scuse”. Si è verificato durante l’elaborazione del servizio che ha causato il doppio addebito. Non appena car2go si è accorta dell’accaduto, assicura la società, tutti i team si sono messi al lavoro per capire la causa del problema, identificando i clienti interessati ed attivando subito le contromisure necessarie per porvi rimedio ed impedire che l’accaduto possa ripetersi.

Cosa succede ora

car2go ha identificato le transazioni errate, indipendentemente dal fatto che il cliente se ne sia reso conto e abbia fatto o meno richiesta di rimborso. La società di car sharing sta provvedendo al riaccredito degli importi erroneamente addebitati ed i clienti saranno in grado di vedere il rimborso nel loro conto bancario entro la prossima settimana.

Le scuse di car2go

La società ha comunicato, insieme alle scuse, che sono stati creati dei gruppi di lavoro per migliorare il servizio ed impedire che si verifichino problemi simili in futuro. “car2go desidera, infine, ringraziare tutti i suoi clienti per le manifestazioni di stima e per l'enorme quantità di messaggi, positivi e incoraggianti, ricevuti”, si legge nella nota stampa.

Come funziona e quanto costa

Per usufruire di cra2go bisogna prima di tutto iscriversi, online su car2go.com oppure presso i punti convenzionati al costo di 19 euro. Si possono utilizzare le auto 24 ore su 24 senza stazioni di noleggio dedicate (si lasciano in qualsiasi parcheggio pubblico all’interno dell’area operativa) e si paga l’utilizzo reale in base alla tariffa nazionale. In Italia la tariffa di base è di 0,29 euro al minuto e comprende tasse, assicurazione, benzina, parcheggio, i primi 50 chilometri e IVA. In alternativa si può scegliere una tariffa oraria di 14,90 euro (anziché a 17,40) o giornaliera di 59 euro con limiti di 50 km di percorrenza, superati i quali sono addebitati 0,29 euro al km. Chi è cliente in Europa può utilizzare il servizio in tutte le altre città dov’è attivo (per informazioni sulla tariffa è bene consultare il sito locale).

Dove’è attivo nel mondo

EUROPA
Austria, Vienna
Danimarca, Copenaghen
Germania, Amburgo
Germania, Berlino
Germania, Colonia
Germania, Düsseldorf
Germania, Francoforte
Germania, Monaco di Baviera
Germania, Stoccarda
Germania, Ulma
Italia, Firenze
Italia, Milano
Italia, Roma
Olanda, Amsterdam
Regno Unito, Londra
Regno Unito, Birmingham

NORD AMERICA
Canada, Calgary
Canada, Toronto
Canada, Vancouver
Stati Uniti, Austin
Stati Uniti, Columbus
Stati Uniti, Denver
Stati Uniti, Los Angeles (South Bay)
Stati Uniti, Miami
Stati Uniti, Minneapolis
Stati Uniti, Portland
Stati Uniti, San Diego
Stati Uniti, Seattle
Stati Uniti, Washington

Autore:

Tag: Attualità , Smart , car sharing


Top