dalla Home

Test

pubblicato il 13 novembre 2014

Fiat 500X, come va l'auto italiana più "nuova" che c'è

Un crossover italiano così era atteso da anni: scintillante fuori, curato dentro, un po' rigido se lo volete ricco

Galleria fotografica - Fiat 500XGalleria fotografica - Fiat 500X
  • Fiat 500X - anteprima 1
  • Fiat 500X - anteprima 2
  • Fiat 500X - anteprima 3
  • Fiat 500X - anteprima 4
  • Fiat 500X - anteprima 5
  • Fiat 500X - anteprima 6

Partiamo da un fatto: la Fiat fa discutere gli italiani. Direi quasi come la nazionale di calcio o la politica. Le tifoserie sono due, quella degli esterofili che da un lato attaccano, criticano quasi per partito preso le auto del marchio torinese e quella dei patriottici, che difendono a spada tratta i “prodotti nostrani”, suggerendo che anche nel nostro Paese gli automobilisti dovrebbero essere un po’ più come i francesi, che tendono a comprare le “loro” macchine. E la Fiat 500X che ho provato è un modello che accenderà gli animi. La casa automobilistica sembra averci investito davvero tanto, non solo in termini di denaro ma di progettazione, ingegnerizzazione e produzione. Facendo il tutto con uomini chiave italiani e in uno stabilimento italiano (Melfi), proprio quando per la prima volta nella sua storia l’azienda è andata oltre i confini nazionali con la completa fusione con Chrysler nel gruppo FCA. Ecco spiegato perché Fiat punta forte su quello che è il modello più “nuovo” che abbia partorito negli ultimi anni. Aggiungeteci anche che è un crossover, come le auto che piacciono e vendono di più, e guardatevi la video-prova che per chiudere il cerchio abbiamo realizzato nella città italiana dell’automobile: Torino.

Sembra liquida

Sarà per il colore di lancio, il rosso scintillante che vedete nelle immagini, o per le forme della carrozzeria che si muovono in continuazione, tutte raccordate fra loro, ma viene spontaneo toccare la carrozzeria della 500X, per vedere di che materiale è fatta. È fluida, quindi, e “animalesca”, con quei fari che sembrano degli occhi veri (soprattutto con l’optional dei proiettori allo xeno). In tutto ciò non ho ancora parlato dell’altro aspetto fondamentale del look di questa macchina: la forte somiglianza con la 500 storica, quella del 1957. E nonostante la sua natura moderna di crossover: il design iconico, del passato, insomma, è stato reinterpetato bene dagli uomini del centro stile guidati da Roberto Giolito.

Mette a proprio agio

Esterni promossi, dunque, interni... anche. Nelle versioni più ricche come la 2.0 turbodiesel 4x4 della prova l’aria che si respira è quella di un abitacolo ricercato nelle forme e attento alla percezione di qualità. Vi faccio un esempio: i pannelli porta anteriori sono più curati di quelli posteriori, perché è più importante curare la realizzazione degli interni nella zona più vissuta dell’abitacolo, rinunciando a qualcosa dietro. Una cosa già vista su tanti altri modelli, anche di categoria superiore, che per chi guarda il bicchiere mezzo vuoto è una delle pratiche che i costruttori mettono in atto per risparmiare sui costi, per gli altri un modo per migliorare dove si può. Per me, invece, è una realizzazione che posiziona bene l’abitacolo della 500X nella categoria dei suv e crossover paragonabili per prezzo e dimensioni, dalla Peugeot 2008 alla Nissan Qashqai, per citare due fra i modelli più venduti.

Se il buongiorno si vede dal… volante

Voglio subito dirvi cosa non mi è piaciuto troppo guidando questa sorta di 500 gonfiata e rialzata, così non ci penso più. L’assetto da 18 pollici del “mio” esemplare è un po’ troppo rigido per le condizioni in cui si trovano mediamente le strade che percorriamo tutti i giorni. Da capire se sulle versioni da 16 e 17 pollici le cose migliorano. E poi, la posizione di guida alta non riesce a far percepire in modo chiaro gli ingombri esterni in larghezza, bisogna quindi farci l’occhio negli spazi stretti. Per il resto, le qualità dinamiche della 500X, sono tante. L’impugnatura del volante, per esempio, è perfetta, quasi prudono le mani per la voglia di torvare un po’ di curve. E lì salta fuori forse la cosa più importante dell’esperienza di guida: il cambio automatico a 9 marce. Una trasmissione allo stato dell’arte, a cui è davvero difficile rinunciare. E poi, con la trazione integrale e la coppia di 350 Nm del 2.0 Multijet da 140 CV ci si può divertire, perché la spinta e il grip non mancano mai. In quanto a consumi, infine, vi posso solo dare un numero: a 130 all’ora in autostrada si sta sui 13 km/litro. Nella nostra prossima prova, più approfondita, ci faremo un’idea più chiara sui consumi medi.

Non vuole fare una “guerra fra poveri”

L’ultima arrivata nella categoria dei piccoli suv e crossover ha una strategia: entrare su un mercato in cui molti puntano sul prezzo, come la Dacia Duster, con un prodotto che invece ha listini paragonabili alla fascia premium del segmento, quella della rivale dichiarata MINI Countryman, e che seduce anche chi tradizionalmente compra auto di altre categorie. Si parte da 17.500 euro per una versione entry level, superando i 30.500 per una top di gamma. La parola al pubblico, a questo punto: pronti a scatenare in tutta Italia le discussioni al bar?

Scheda Versione

Fiat 500X
Nome
500X
Anno
2014
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Fiat , auto italiane


Listino Fiat 500X

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.6 E-TORQ 110CV 4x2 Web Edition anteriore benzina 110 1.6 5 € 17.250

LISTINO

1.6 E-TORQ 110cv 4x2 Pop anteriore benzina 110 1.6 5 € 17.850

LISTINO

1.3 Mjet 95cv 4x2 Pop anteriore diesel 95 1.2 5 € 19.250

LISTINO

1.6 E-TORQ 110cv 4x2 Pop Star anteriore benzina 110 1.6 5 € 20.350

LISTINO

1.3 Mjet 95cv 4x2 Pop Star anteriore diesel 95 1.2 5 € 21.750

LISTINO

1.4 MAir 140CV 4x2 Opening Edition anteriore benzina 140 1.4 5 € 21.900

LISTINO

1.4 MAir 140CV 4x2 City Look Opening Edition anteriore benzina 140 1.4 5 € 21.900

LISTINO

1.3 Mjet 95cv DS 4x2 Winter Edition anteriore diesel 95 1.2 5 € 22.300

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top