dalla Home

Retrospettive

pubblicato il 16 novembre 2014

Mercedes Classe G, altro che SUV

Da 35 anni sul mercato, continua a piacere e a far parlare di sé. Scopriamo perché

Mercedes Classe G, altro che SUV
Galleria fotografica - Mercedes Classe GGalleria fotografica - Mercedes Classe G
  • Mercedes Classe G - anteprima 1
  • Mercedes Classe G - anteprima 2
  • Mercedes Classe G - anteprima 3
  • Mercedes Classe G - anteprima 4
  • Mercedes Classe G - anteprima 5
  • Mercedes Classe G - anteprima 6

Nel 1979, quando lancia la Classe G, la Mercedes vende la 200/230/250/300/ in variante berlina, coupé e station wagon (da questa famiglia nascerà poi la Classe E), la S/SE/SEL (da cui la Classe S e derivate di oggi) e la SL. La 190, che a nominarla adesso sembra appartenere alla preistoria dell'auto, comincia appena a prendere forma nella mente dei progettisti. Dal 1979 a oggi, inoltre, le Mercedes di cui sopra sono passate attraverso varie generazioni e innumerevoli restyling, mentre la gamma della Stella è passata da 4 (compresa la Classe G) a poco meno di 20 modelli. Nello stesso arco di tempo, le auto hanno smesso di sbandare (almeno entro certi limiti), hanno imparato a guidare “da sole” e a connettersi al cloud; cose che nemmeno le più brillanti fantasie degli autori di Ritorno al Futuro avrebbero potuto immaginare. Potremmo andare avanti, ma l'avrete capito: dal 1979 a oggi il mondo dell'auto è un altro mondo, ma lei, la Classe G, è ancora lì. Ovvio: gli aggiornamenti non si contano più, quelli tecnici così come quelli inerenti la sicurezza e l'estetica, ma se la longevità di un modello è indicativa della bontà del suo progetto... Beh, fare meglio di così è praticamente impossibile.

Posto d'onore nel libro dei Guinnes

Se si tratta di primati, iol fuoristrada tedesco non è secondo a nessuno. Qualche esempio? 35 anni di commercializzazione fanno della Geländewagen (ecco spiegato il significato della G) il modello in assoluto più longevo nella storia della Mercedes. Con poco meno di 900.000 chilometri e 215 Paesi attraversati, la 300 GD dei coniugi Holtorf non solo occupa un vero e proprio “trono” all'interno del Museo di Stoccarda-Untertürkheim, ma in quanto titolare di un record mondiale, questa vettura entrerà di diritto nel Guinness dei primati. Ancora, nel 2013 gli austriaci della Magna Steyr, che da sempre ne esegue l'assemblaggio, sono costretti ad aumentare la produzione a causa della continua crescita della domanda mondiale. Sì, a 34 anni la piace più che mai. Non sappiamo se si tratti di un record “omologabile”, ma è un elemento su cui riflettere parecchio. E mentre noi riflettiamo, Mercedes e Magna Steyr hanno prorogato l'accordo fino al 2019: ciò significa che quest'a macchina ariiverà a spegnere – almeno - 40 candeline. Che altro aggiungere? 100 di questi giorni!

Dalla guerra a Piazza San Pietro

Lo direste che a volere la Classe G fu lo scià di Persia? Se avete qualche capello bianco e siete appassionati di auto, probabilmente sì. Diversamente, la cosa suonerebbe come minimo divertente. Eppure andò proprio così: Mohammad Reza Pahlavi, che negli anni Settanta è azionista della Casa di Stoccarda, suggerisce ai tedeschi una 4x4 dura&puraper fini militari: un mezzo estremamente robusto, in grado di solcare le dune e schivare i proiettili, all'occorrenza. Ecco dunque che in Germania cominciano la progettazione di questo veicolo, appoggiandosi agli austriaci dell'allora Stey-Daimler-Puch (specializzata nella costruzione di veicoli militari) per l'industrializzazione. Un'intuizione giustissima non solo perché questa Mercedes motorizzerà l'esercito olandese, canadese, francese (rimarchiata come Peugeot) e tanti altri, ma perché con 200.000 esemplari ha contribuito non poco alle fortune delle casse della Casa tedesca. Il resto è storia. Una storia che la vede protagonista anche in Vaticano: dal 1980, dopo l'attentato a Papa Giovanni Paolo II, la papamobile diventa la Classe G230 blindata. La Mercedes protegge il Papa: una promozione formidabile per il marchio.

Aveva 72 cavalli oggi ne ha (fino a) 612

Avete letto bene: in versione base si accontentava di 72 CV e, al top, ne aveva 150. Oggi, la “folle” G65 V12 AMG SW ha 612 CV e nello 0-100 km/h mette in difficoltà parecchie sportive, dall'alto dei suoi 5,3 secondi. Ovviamente, per poter gestire 612 cavalli quando nasci con 150 al massimo, un irrigidimento delle sospensioni non basta. Innanzitutto, il telaio è stato rivisto in ogni sua parte, pur conservando la sua intramontabile struttura a longheroni e traverse. Soprattutto, però, ciò che ha permesso ai tedeschi di sbizzarrirsi è stato l'avvento dell'elettronica. Dal 2001 sono montati il controllo di stabilità, la gestione elettronica della trazione integrale e il Brake Assist, che porta in automatico la pressione frenante al massimo, in caso di pericolo.

Tre differenziali bloccabili e passa la paura

La fama di arrampicatrice inarrestabile se l'è conquistata sul campo. Anzi, sui campi e sulle mulattiere, in particolare dopo il primo importante aggiornamento tecnico datato 1989, alla tenera età di dieci anni: quell'anno, in Mercedes decidono di estendere la gamma della loro 4x4. Accanto al modello originario, che da quel momento diventa a uso quasi esclusivamente professionale, arriva il modello denominato 463: in pratica, debutta una nuova trazione integrale permanente con tre differenziali bloccabili (quello centrale al 100%), l'ABS (optional) e gli interni vengono rifiniti, con un inserto in legno e sedili più confortevoli. Una filosofia perseguita fino ai giorni nostri, in cui la tedesca è rude solo nella meccanica, mentre nell'abitacolo propone tutta la qualità Mercedes. A proposito di giorni nostri, la Classe G è oggi declinata in tre varianti di carrozzeria (station-wagon corta, station-wagon lunga, cabrio), ognuna abbinabile al motore diesel V6 CDI da 224 CV o al V8 a benzina da 5,5 litri da 388 CV. Prima di arrivare alla G65 V12 da oltre 600 CV di cui sopra c'è anche la G 63 AMG, disponibile esclusivamente in versione Station-Wagon lunga a quattro porte: il suo V8 turbo si fa quello che può con 544 CV di potenza...

6X6, il passo prima dei cingolati

Nasce come una showcar, una sorta di “voi non sapete chi siamo noi” dove con voi si intende il mondo e con noi la AMG. Ecco, premesso che la AMG di dimostrazioni di (stra)potenza ne aveva già date molte, l'anno scorso è andata oltre, presentando un'incredibile Classe G 6x6: 6 ruote, tutte motrici. Un mostro, agli occhi di un'ecologista incallito. Un sogno realizzato, per il bambino che vive in ogni appassionato di auto. Perché è inutile negarlo: anche se non si è impallinati di offroad, un attrezzo con 6 (sei) ruote motrici grandi come quelle di una ruspa e un motore da 544 CV stuzzica persino la più sopita delle fantasie. E non si obietti che tanta esagerazione tecnico/ingegneristica sia un filo fine a sé stessa: andatelo a spiegare allo sceicco che si vuole divertire nel deserto o che si è annoiato di avere solo Ferrari, Rolls-Royce e Bugatti esposte in salotto. Senza contare che ogni capriccio di questo genere significa 469.610 euro nelle casse della Mercedes...

 

Galleria fotografica - Mercedes G 63 AMG Galleria fotografica - Mercedes G 63 AMG
  • Mercedes G 63 AMG  - anteprima 1
  • Mercedes G 63 AMG  - anteprima 2
  • Mercedes G 63 AMG  - anteprima 3
  • Mercedes G 63 AMG  - anteprima 4
  • Mercedes G 63 AMG  - anteprima 5
  • Mercedes G 63 AMG  - anteprima 6
Galleria fotografica - Mercedes Classe G restyling 2012Galleria fotografica - Mercedes Classe G restyling 2012
  • Mercedes Classe G restyling 2012 - anteprima 1
  • Mercedes Classe G restyling 2012 - anteprima 2
  • Mercedes Classe G restyling 2012 - anteprima 3
  • Mercedes Classe G restyling 2012 - anteprima 4
  • Mercedes Classe G restyling 2012 - anteprima 5
  • Mercedes Classe G restyling 2012 - anteprima 6
Galleria fotografica - Mercedes Classe G 320 CDIGalleria fotografica - Mercedes Classe G 320 CDI
  • Mercedes Classe G 320 CDI - anteprima 1
  • Mercedes Classe G 320 CDI - anteprima 2
  • Mercedes Classe G 320 CDI - anteprima 3
  • Mercedes Classe G 320 CDI - anteprima 4
  • Mercedes Classe G 320 CDI - anteprima 5
  • Mercedes Classe G 320 CDI - anteprima 6
Galleria fotografica - Mercedes-Benz Classe GGalleria fotografica - Mercedes-Benz Classe G
  •  Mercedes-Benz Classe G - anteprima 1
  •  Mercedes-Benz Classe G - anteprima 2
  •  Mercedes-Benz Classe G - anteprima 3
  •  Mercedes-Benz Classe G - anteprima 4
  •  Mercedes-Benz Classe G - anteprima 5
  •  Mercedes-Benz Classe G - anteprima 6

Scheda Versione

Mercedes-Benz Classe G Station Wagon
Nome
Classe G Station Wagon
Anno
1990 (restyling del 2012)
Tipo
Premium
Segmento
superiore
Carrozzeria
Fuoristrada
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Retrospettive , Mercedes-Benz , auto europee , auto storiche


Listino Mercedes-Benz Classe G

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
G 350 d Professional 4x4 diesel 245 3.0 5 € 83.244

LISTINO

G 350 d Professional 4x4 diesel 245 3 5 € 84.310

LISTINO

G 350 d 4x4 diesel 245 3.0 5 € 93.449

LISTINO

G 350 d G FORCE SW 4x4 diesel 245 3.0 5 € 94.430

LISTINO

G 350 d SW 4x4 diesel 245 3 5 € 95.500

LISTINO

G 500 V8 4x4 benzina 422 4.0 5 € 108.943

LISTINO

G 500 G FORCE SW 4x4 benzina 422 4.0 5 € 109.920

LISTINO

G 500 SW 4x4 benzina 422 4 5 € 110.990

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top