dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 10 novembre 2014

Rc auto, tariffe in calo in tutta Italia

Il punto più basso si toccherà nel 2015, poi riprenderanno a salire

Rc auto, tariffe in calo in tutta Italia

Dopo due anni di impennata, i prezzi dell’RC Auto calano. Negli ultimi 12 mesi, dice l’Osservatorio Assicurazioni Auto di Segugio.it, il premio medio RC è passato da circa 545 euro a 505 euro. Le principali cause sono due: da un lato c’è la crisi, che spinge ad usare sempre meno l’auto e, ce lo ha detto anche l’Istat, il dato va di pari passo con il calo degli incidenti stradali; dall’altro c’è la concorrenza. L’uso crescente dei comparatori online e la conseguente scelta delle tariffe più basse da parte degli automobilisti starebbe spingendo le compagnie a ritoccare le tariffe verso il basso. Secondo Emanuele Anzaghi, Vicepresidente di Segugio.it, “i prezzi continueranno a calare negli ultimi mesi del 2014”; il punto più basso ci sarà nel corso del 2015 e poi si ricomincerà a crescere nel periodo a cavallo fra il 2015 e il 2016.

Ma attenzione all’analisi più dettagliata, perché se a livello nazionale i costi diminuiscono del 7,3%, a livello regionale le dinamiche sono più varie. L’RC auto è diminuita soprattutto al Sud, in particolare in Puglia (-19,7%), in Calabria (-14,6%) e in Campania (-14,0%). I premi sono invece quasi invariati nel Friuli Venezia Giulia (-2,9%), nelle Marche (-4,6%) e in Abruzzo (-4,9%). Considerando congiuntamente il premio medio e la variazione del premio rispetto al secondo semestre 2013 è possibile notare che gli abitanti del Trentino Alto Adige, del Veneto, del Molise e della Basilicata sono tra i più fortunati d’Italia, poiché queste zone sono caratterizzate da un premio medio minore di quello delle altre Regioni e da una riduzione maggiore del premio medio rispetto a quello nazionale. Meno fortunati sono, invece, i residenti di Liguria, Lazio e Toscana, dove il premio medio è più alto della media nazionale, mentre la riduzione della tariffa rispetto all’anno scorso è inferiore a quella italiana.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , assicurazioni


Top