dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 7 novembre 2014

Pedaggi autostradali, ultime notizie sui rincari 2014 e 2015

Abbiamo parlato con i gestori dopo che in Abruzzo il Consiglio regionale si è attivato per bloccare gli aumenti su A24 e A25

Pedaggi autostradali, ultime notizie sui rincari 2014 e 2015

Autostrade sempre più care con pedaggi che aumentano ogni anno. Ormai è quasi un’abitudine: le tariffe sono state ritoccate verso l’alto nel 2013 e poi nel 2014 (senza tornate tanto indietro nel tempo). Quest’anno però è arrivato lo sconto per i pendolari che pagano tariffe agevolate in tutta Italia con un taglio fino al 20%. E nel 2015 cosa succederà? I pedaggi autostradali aumenteranno ancora? Lo abbiamo chiesto all’Aiscat, l’associazione delle concessionarie autostradali che comprende 26 Associate Effettive e 45 Associate Aderenti. La risposta è che bisogna aspettare, al momento non è noto e la notizia sui rincari dei pedaggi autostradali potrebbe arrivare a dicembre. Intanto il primo campanello d’allarme suona in Abruzzo, dove il Consiglio regionale ha approvato una risoluzione che impegna il Presidente e la Giunta regionale ad attivarsi per bloccare i rincari dei pedaggi autostradali su A24 e A25 (Strada dei Parchi), oltre all’introduzione di agevolazioni per i pendolari che percorrono quotidianamente la tratta, in particolare tra L'Aquila e Teramo. Ricordiamo di seguito come si fa ad ottenere lo sconto sulle tariffe autostradali (quando si è pendolari) e come si può calcolare il pedaggio prima ancora di partire.

Pedaggi scontati per i pendolari, come si fa

Dal primo febbraio 2014 al 31 dicembre 2015 le tariffe autostradali sono scontate per i pendolari tra si muovono quotidianamente tra due stazioni predefinite. Il percorso però deve essere al massimo di 50 km e la percentuale di sconto è proporzionale al numero di viaggi che si effettuano (non alla loro lunghezza). Può accedere allo sconto solo chi possiede il Telepass (con contratti family, business e ricaricabili, abbinati a persone fisiche ed a veicoli di classe A). Inoltre lo sconto si applica ad un massimo di due viaggi al giorno (andata e ritorno) e comprende i festivi, ma non è cumulabile con altre agevolazioni o iniziative di modulazione tariffaria. Per saperne di più vi invitiamo a leggere l’articolo di approfondimento dedicato a come avere lo sconto o a visitare i siti ufficiali delle autostrade o di Telepass.

Come calcolare il pedaggio autostradale prima di partire

Come abbiamo ricordato le autostrade in Italia hanno diverse concessionarie. A riunirle è appunto l’Aiscat e sul sito aiscat.it c'è l’elenco delle associate effettive con i link ai singoli portali (c'è anche quello delle aderenti, ma si tratta delle stazioni di servizio). Su molti di questi siti si possono calcolare il percorso ed il pedaggio prima di salire in macchina. Ad esempio qui ci sono quelli di autostrade.it o di stradadeiparchi.it.

Le novità dal 2016 in Germania

Chiudiamo questo primo articolo di aggiornamento ricordando a tutti gli automobilisti che amano i viaggi o che usano molto l’auto per lavoro anche all’estero che dal 2016 le autostrade si pagheranno anche in Germania. Per saperne di più vi rimandiamo alla notizia che gli stranieri pagano 10 euro per 10 giorni di transito.

Autore:

Tag: Da Sapere , autostrade


Top