dalla Home

Mercato

pubblicato il 29 ottobre 2014

Dossier FCA, piano industriale 2018

Ferrari si separa da FCA

Il 10% delle azioni sarà quotato negli USA e in un altro mercato Ue. L’operazione sarà completa nel 2015

Ferrari si separa da FCA

Ferrari corre da sola. “Con l’intento di rafforzare il Piano 2014-2018 e di massimizzare il valore dei nostri business per gli azionisti, è appropriato che noi perseguiamo percorsi separati per FCA e Ferrari”, così l’ad Sergio Marchionne spiega la storica decisione di separare Ferrari S.p.A. (“Ferrari”) da FCA. La scissione, come spiega un nota ufficiale, verrà attuata attraverso l’offerta pubblica di una parte della partecipazione di FCA in Ferrari pari al 10% del capitale di Ferrari e la distribuzione della rimanente partecipazione di FCA in Ferrari agli azionisti di FCA. Il Consiglio ha autorizzato il management ad intraprendere le azioni necessarie a completare queste operazioni nel 2015 e ci si attende che le azioni di Ferrari siano quotate negli Stati Uniti e in un altro mercato europeo.

“Sono felice di questo nuovo passo in avanti nella strategia di sviluppo di FCA. Insieme alla recente quotazione delle azioni di FCA sul NYSE, la separazione di Ferrari preserverà la rinomata tradizione italiana e la posizione unica del business di Ferrari consentendo agli azionisti di FCA di continuare a beneficiare del valore intrinseco di questo business”, ha detto John Elkann, Presidente di FCA. La separazione di Ferrari sarà soggetta alle usuali procedure autorizzative, analisi legali e fiscali, approvazione finale della struttura dell’operazione da parte del Consiglio di Amministrazione di FCA e altri requisiti di legge.

Autore:

Tag: Mercato , Ferrari , dall'estero , torino


Top