dalla Home

Novità

pubblicato il 13 ottobre 2014

Suzuki Swift 4x4 DualJet, quella con due polmoni così

La piccola integrale ha il nuovo 1.2 benzina con 2 iniettori per ogni cilindro, 90 CV e più di 20 km/litro dichiarati

Suzuki Swift 4x4 DualJet, quella con due polmoni così
Galleria fotografica - Suzuki Swift 4x4 DualJetGalleria fotografica - Suzuki Swift 4x4 DualJet
  • Suzuki Swift 4x4 DualJet - anteprima 1
  • Suzuki Swift 4x4 DualJet - anteprima 2
  • Suzuki Swift 4x4 DualJet - anteprima 3
  • Suzuki Swift 4x4 DualJet - anteprima 4
  • Suzuki Swift 4x4 DualJet - anteprima 5
  • Suzuki Swift 4x4 DualJet - anteprima 6

A volte sono le piccole cose a fare la differenza. Per fare un nuovo motore, ad esempio, non bisogna per forza stravolgere un progetto per migliorarlo. Come nel caso del nuovo 4 cilindri 1.2 della Suzuki Swift 4x4, la piccola a trazione integrale che sotto il cofano ha un benzina con due iniettori (e doppio condotto di aspirazione) per ogni cilindro. L’obiettivo? Essere più efficiente, ed ecco che il rapporto di compressione da 11:0 a 12:0, per una potenza di 90 CV, una coppia massima di 120 Nm a 4.400 giri/min e un consumo medio dichiarato nel ciclo combinato di 4,8 litri/100 km, che diventano 4,4 litri/100 km in extraurbano. Le emissioni di CO2, invece, sono di 111 g/km. Il motore K12B della Suzuki Swift è stato denominato DualJet ed è in vendita con cambio manuale a 5 rapporti a partire da 16.500 euro, nei due allestimenti B-Cool e B-Top.

Motore profondamente rivisto

La compatta 4WD giapponese evolve così il sistema di iniezione indiretta Multipoint per migliorare la miscela aria-carburante. Le camere di combustione sono più basse di 2 millimetri, i due condotti di aspirazione di ogni singolo cilindro sono distanziati tra loro per evitare la dispersione del carburante nella fase d’ingresso e le candele sono in posizione più centrale, con una filettatura più lunga e una conseguente maggiore superficie di raffreddamento che ottimizza le scintille. La valvola EGR (Exhaust Gas Recirculation) è di nuova generazione: viene raffreddata a liquido con un radiatore che abbassa la temperatura dei gas provenienti dal catalizzatore a tre vie, per immetterli nuovamente nei condotti di aspirazione. Anche la distribuzione è stata modificata, con le camme di scarico più basse (-1,488 mm) e valvole più lunghe di 2 mm lato aspirazione e scarico, con diametro del fungo ridotto (-2 mm per l’aspirazione e -1 mm per lo scarico) in modo da aumentare la velocità di flusso. La catena di distribuzione, infine, ha un profilo più arrotondato nella zona di contatto con guida e tenditore per ridurre gli attriti. Stesso discorso per il basamento e gli organi interni: la riduzione degli attriti passa attraverso nuovi passaggi idraulici di raffreddamento e lubrificazione, pistoni con superficie d’attrito ridotta del 30% e pareti di scorrimento dei cilindri ricoperti da una superficie con angoli di micro tratteggio incrociato inferiori (da 25 a 15 mm, per una maggiore lubrificazione), getti di raffreddamento nel blocco cilindri nella zona di accoppiamento con i perni di banco vicino ai fori di lubrificazione del meccanismo di manovella. Sempre per una migliore lubrificazione, c’è una pompa dell'olio trocoidale di dimensioni ridotte, fissata sul coperchio della catena e con un rotore più piccolo per ridurre gli attriti.

Agile su strada

La nuovissima Suzuki Swift 4x4 DualJet, provata in anteprima sulle strade che circondano le cave di marmo di Carrara (MS), si dimostra da subito scattante e briosa, non sportiva, ma esuberante nella sua capacità di arrampicarsi lungo salite e tornanti delle Alpi Apuane. Testata solo sull’asfalto, la piccola giapponese sa infondere nel guidatore una bella dose di fiducia, grazie all’assetto equilibrato e al sistema di trazione integrale con giunto viscoso che offre sempre il giusto grip. Il risultato è una piacevole cinque porte che all’ottima abitabilità garantita dal padiglione alto sa aggiungere discrete doti da “arrampicatrice”, un’agilità di manovra invidiabile e prestazioni più che accettabili. Per conoscere della Swift 4x4 DualJet sullo sterrato e testare i livelli di consumo dichiarati non resta che attendere una prova più approfondita.

Ecco cosa offre

Fra gli equipaggiamenti di serie della Suzuki Swift 4x4 DualJet ci sono sistema Start&Stop, cerchi in lega da 16”,fendinebbia, vetri posteriori oscurati, luci diurne a Led, cruise control con comandi al volante, impianto audio con lettore CD/mp3 e presa USB, volante e leva del cambio in pelle, clima automatico (manuale sull’allestimento B-Cool), sistema keyless con push start, volante regolabile in altezza e profondità, sensore crepuscolare per l’accensione delle luci, navigatore integrato 2 DIN con Bluetooth, impianto frenante a quattro dischi (solo su allestimento versione B-Top). A richiesta si possono anche avere tinte Bi-Color.

Scheda Versione

Suzuki Swift 5 porte
Nome
Swift 5 porte
Anno
2010 (restyling del 2013)
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Novità , Suzuki , auto giapponesi


Listino Suzuki Swift

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.2 VVT L 5p anteriore benzina 94 1.2 5 € 12.800

LISTINO

1.2 VVT B-Easy anteriore benzina 94 1.2 5 € 14.250

LISTINO

1.2 VVT B-Cool anteriore benzina 94 1.2 5 € 14.950

LISTINO

1.2 VVT B-Unique 5p anteriore benzina 94 1.2 5 € 15.750

LISTINO

1.3 DDiS B-Easy anteriore diesel 75 1.2 5 € 15.750

LISTINO

1.2 VVT B-Cool Bi-Color anteriore benzina 94 1.2 5 € 15.850

LISTINO

1.2 VVT B-Cool A/T anteriore benzina 94 1.2 5 € 15.950

LISTINO

1.2 Dual Jet B-Road S&S 4WD 5p 4x4 benzina 90 1.2 5 € 16.050

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top