dalla Home

Curiosità

pubblicato il 13 ottobre 2014

I migliori marchi automobilistici 2014 fra i 100 Best Global Brands

Toyota al 1° posto, Hyundai sopra i 10 mld $ per la prima volta, Audi, VW e Nissan in maggiore crescita

I migliori marchi automobilistici 2014 fra i 100 Best Global Brands
Galleria fotografica - I migliori marchi automobilistici 2014 fra i 100 Best Global BrandsGalleria fotografica - I migliori marchi automobilistici 2014 fra i 100 Best Global Brands
  • I migliori marchi automobilistici 2014 fra i 100 Best Global Brands - anteprima 1
  • I migliori marchi automobilistici 2014 fra i 100 Best Global Brands - anteprima 2
  • I migliori marchi automobilistici 2014 fra i 100 Best Global Brands - anteprima 3
  • I migliori marchi automobilistici 2014 fra i 100 Best Global Brands - anteprima 4
  • I migliori marchi automobilistici 2014 fra i 100 Best Global Brands - anteprima 5
  • I migliori marchi automobilistici 2014 fra i 100 Best Global Brands - anteprima 6

Quanto vale un marchio automobilistico (e non solo)? Tanti, tanti soldi. Per sapere quanti, una volta all’anno, basta dare un'occhiata alla classifica 100 Best Global Brands della società di consulenza Interbrand, che fa parte della Omnicom Group. I nomi “che contano”, in cima alla lista, non fanno parte del settore automotive e sono sempre Apple (quasi 119 miliardi di dollari), Google (circa 107,5 mld $) e Coca Cola (oltre 81,5 mld $). La fotografia resta invariata rispetto al 2013 anche sotto i tre gradini del podio, con IBM, Microsoft e General Electric a precedere Samsung, che prende il posto di McDonald’s alla settima riga, subito davanti al primo marchio automobilistico: Toyota, che in un anno guadagna 2 posizioni passando dalla decima all’ottava con un valore di quasi 42,4 mld di $. Chiude la Top 10 globale un altro nome legato all’auto, Mercedes-Benz (più di 34,3 mld $), che nel 2013 era undicesima.

A seguire, i migliori brand del mondo dei motori sono: BMW (#1, 34.2 mld $), Honda (#20, 31.6 mld $), Volkswagen (#31, 13.7 mld $), Ford (#39, 10.8 mld $), Hyundai (#40, 10.4 mld $), Audi (#45, 9,8 mld $), Nissan (#56, 7.6 mld $), Porsche (#60, 7.2 mld $), Kia (#74, 5.4 mld $), Chevrolet (#82, 5.0 mld $), Land Rover (#91, 4.5 mld $). La classifica completa la trovate in fondo all’articolo. E i marchi italiani? Nessuno è nella classifica dei migliori 100. Eppure Ferrari è riconosciuto come il brand più “forte” al mondo in altre classifiche, ognuna stilata secondo altri criteri. Già, perché i parametri presi in considerazione possono essere diversi: fatturato, utile netto, investimenti in ricerca e sviluppo, alleanze industriali, influenza su internet e sui social network, eccetera. I criteri per stilare la 100 Best Global Brands si trova sul sito della Interbrand.

Fra i “Top Risers” del 2014, ovvero fra chi ha scalato più posizioni in un anno, c’è Audi (+25%), che non ha mai venduto così tante auto nella sua storia. Segue Volkswagen (+23%), che nel 2018 si aspetta di diventare il primo costruttore al mondo in termini di numero di veicoli prodotti. Anche Nissan fa registrare lo stesso incremento (+23%), mentre Hyundai (+16%) per la prima volta supera i 10 milardi di dollari di valore del suo brand, confermando il trend costante di crescita nella classifica dal 2005 (+200%), con un guadagno di 44 posizioni e una media del +20% annuale. Land Rover, infine, come new entry conferma il successo dell'operazione di rinnovamento del marchio grazie agli investimenti della Tata, "padrone indiano" del marchio inglese.

 

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , statistiche


Top