dalla Home

Live

pubblicato il 9 ottobre 2014

Salone di Parigi, tra Tom Tom e Bosch è collaborazione

Le due imprese hanno iniziato a lavorare su un sistema di guida avanzato che non prevederà più la guida umana

Salone di Parigi, tra Tom Tom e Bosch è collaborazione
Galleria fotografica - Tom Tom al Salone di Parigi 2014Galleria fotografica - Tom Tom al Salone di Parigi 2014
  • Tom Tom al Salone di Parigi 2014 - anteprima 1
  • Tom Tom al Salone di Parigi 2014 - anteprima 2
  • Tom Tom al Salone di Parigi 2014 - anteprima 3
  • Tom Tom al Salone di Parigi 2014 - anteprima 4
  • Tom Tom al Salone di Parigi 2014 - anteprima 5
  • Tom Tom al Salone di Parigi 2014 - anteprima 6

Cosa c'entra Tom Tom con Bosch? Ora sono strettamente legate e quest'unione ha una data precisa in calendario: il 2020. In quell'anno si dovrebbero concretizzare gli sforzi fatti per raggiungere l'obiettivo della guida autonoma, un progetto a cui stanno lavorando anche diverse case auto, come ad esempio Volvo o Mercedes. “Noi e Bosch stiamo collaborando per preparare un nuovo sistema di guida avanzato, che permetta di aumentare notevolmente la sicurezza di marcia e condurre la guida in modo elettronico, senza che vi sia un conducente alla guida”, ci ha detto Paolo Bocca, sales manager di Tom Tom, al Salone di Parigi.

“Tom Tom gestirà la gestione delle mappe, che saranno sempre più precise e dettagliate, mentre Bosch si occuperà dei sistemi tecnologici che gestiranno elettronicamente il comportamento della vettura, dalle sospensioni sino ai sistemi di localizzazione degli altri mezzi che si trovano nelle vicinanze”, ha aggiunto. I primi frutti si vedranno anche dal 2017, ma è tra appena sei anni che la rivoluzione diventerà vera e propria.

Autore: Giacomo Rauli

Tag: Live , parigi , navigatori satellitari


Top