dalla Home

Live

pubblicato il 2 ottobre 2014

Mercedes AMG GT, la sportiva con il "sedere" più sodo di Parigi

Dal vivo il lato B della tedesca attira tutti gli sguardi, ed è talmente piantata per terra che vien voglia di accenderla e guidare

Molti dicono che quei finestrini lì, dietro, incorniciati da quel tetto e da quel lunotto così inclinati, fanno venire in mente la Porsche 911. Trovandosi faccia a faccia con la Mercedes AMG GT, però, l’ultima cosa che viene in mente è quella di pensare alle somiglianze, tanto è bassa, larga, piantata per terra, questa nuova sportiva tedesca. E al diavolo anche il fatto che non abbia le porte che si aprono verso l’alto, come la sorella maggiore SLS AMG “ali di gabbiano”. La GT infatti ha una personalità magnetica, a vederla dal vivo si rimane conquistati dal suo musone lungo, che porta subito gli occhio indietro, dove l’abitacolo - che sembra raccolto sotto una piccola cupola – si incastra in un “sedere” alto e sodo, fasciato dai due enormi fari posteriori orizzontali, pieni di Led. Grigia, poi, è come il Parmigiano sulla pasta, con i cerchi in lega a 10 razze sottili e il rosso a contrasto delle pinze dei freni e dei rivestimenti interni.

Se si tratta di personalità, carattere, insomma, la Mercedes AMG GT non teme confronti, impossibile non guardarla mentre passa su strada o mentre è parcheggiata. Ma anche da dentro la 8 cilindri di Affalterbach non lascia indifferenti, con l’enorme tunnel centrale che separa i due passeggeri. Larghissimo, pieno di tasti e dominato dall’alto da quelle quattro bocchette della climatizzazione che sembrano dei cannoni. Con tanto di “mirino”, il display del sistema d’infotainment comandato dal touchpad sulla plancia. Ma la vera potenza di fuoco, come ogni AMG che si rispetti, è quella che sta sotto il cofano, dove c’è un nuovo motore 4 litri V8 biturbo da 462 o (nella versione S) 510 CV, che può superare i 310 km/h e accelerare da 0 a 100 in 3,8 secondi. Per questo propulsore si parla di disposizione a “V interna calda”, i due turbo cioè sono messi all’interno delle bancate per migliorare la risposta e le emissioni, per un’omologazione antinquinamento Euro 6. La lubrificazione è a carter secco, per abbassare il baricentro e per sopportare le grandi accelerazioni laterali di un assetto che, sfruttando la leggerezza del telaio spaceframe in alluminio, la distribuzione dei pesi 47:53 avanti-dietro e le sospensioni regolabili, solo a pensarci fa venire voglia guidare. Il cambio è il doppia-frizione 7 marce Speedshift DCT AMG, montato sul retrotreno secondo lo schema Transaxle. Ed proprio dietro che la AMG GT vincerà o no rispetto alle principali concorrenti, in termini di look: la già citata Porche 911, la Jaguar F-Type Coupé e la Maserati Alfieri.

Scheda Versione

Mercedes-Benz AMG GT
Nome
AMG GT
Anno
2014
Tipo
Premium
Segmento
sportive
Carrozzeria
coupé
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Live , Mercedes-Benz , parigi


Listino Mercedes-Benz AMG GT

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
GT posteriore benzina 462 4 2 € 128.600

LISTINO

GT S posteriore benzina 510 4 2 € 147.989

LISTINO

Mercedes-AMG GT S EDITION 1 posteriore benzina 510 4 2 € 161.633

LISTINO

 

Top