dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 18 settembre 2014

Peugeot Quartz, il crossover di roccia

Ha una consolle in pietra di basalto e due motori elettrici uniti ad un 1.6L THP 270 CV

Galleria fotografica - Peugeot Quartz ConceptGalleria fotografica - Peugeot Quartz Concept
  • Peugeot Quartz Concept - anteprima 1
  • Peugeot Quartz Concept - anteprima 2
  • Peugeot Quartz Concept - anteprima 3
  • Peugeot Quartz Concept - anteprima 4
  • Peugeot Quartz Concept - anteprima 5
  • Peugeot Quartz Concept - anteprima 6

Peugeot fonde un SUV con una berlina e crea un crossover sportivo di nome Quartz, in italiano “Quarzo”, come il secondo minerale più abbondante sulla Terra. Il richiamo alla roccia arriva anche dalle due tinte di carrozzeria (grigio minerale e nero opaco) e dai materiali usati a bordo, come il basalto e la stoffa ricavata dalla plastica riciclata. Il dinamismo è espresso dalla linea filante delle finacate ed il montante centrale è stato eliminato grazie all’impiego della piattaforma EMP2, su cui è stata applicata una struttura in composito con i pannelli fissati con l'incollaggio. Frontalmente spiccano i proiettori a LED senza vetro ed il Leone è posizionato al centro della calandra, che ha un motivo a scacchi cangiante in funzione della posizione di chi la osserva.

Consolle in basalto e stoffa ottenuta dalla plastica

I quattro passeggeri accedono a bordo tramite le pedane rientrabili per vivere, come dice Peugeot, “un'esperienza sensoriale”. Nell’abitacolo il costruttore francese ha utilizzato ancora una volta materiali naturali che, in alcuni casi, provengono da filiere di riciclaggio. Inedita è la pietra di basalto, lasciata grezza per creare un contrasto con gli altri materiali e utilizzata soprattutto per la consolle centrale. In anteprima mondiale c’è poi una stoffa ottenuta con tessitura digitale, un processo innovativo che non necessita di ritagli e quindi non produce scarti. Inoltre è stata tessuta con un filo di poliestere proveniente dal riciclaggio delle materie plastiche, come le bottiglie d’acqua. Alcuni rivestimenti invece sono in pelle. Il volante, così come i sedili, sono di ispirazione sportiva e la plancia è orientata verso il conducente per un facile accesso ai Toggle Switch, che abbiamo visto anche sulla Exalt concept.

Un motore termico e due elettrici

Sotto il cofano della Quartz, debuttante al Salone di Parigi, c’è un 1.6 THP 270 CV, messo a punto da Peugeot Sport, che sviluppa una coppia di 330 Nm, ha una potenza specifica di circa 170 CV/l ed è abbinato a un cambio automatico a 6 rapporti. Ci sono poi due motori elettrici da 85 kW che muovono uno l'avantreno ed uno il retrotreno ed entrambi ricaricano la batteria da 400V in fase di decelerazione. In modalità ZEV, l’autonomia di Quartz arriva a 50 km. In modalità Strada, il motore termico funziona insieme al motore elettrico anteriore e in modalità Race i tre motori si associano. Peugeot Quartz calza pneumatici Continental larghi 30,5 cm con cerchi in alluminio da 23’’ le cui razze sono state assottigliate al massimo della dimensione permessa dalla resistenza dei materiali per ottimizzare consumi e prestazioni. Sono ricoperte da flap in materiali compositi e, grazie ad alcune prese d’aria, sia il flusso aerodinamico che il raffreddamento dei freni sono ottimizzati.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Peugeot , auto europee , parigi , car design


Top