dalla Home

Mercato

pubblicato il 17 settembre 2014

Dossier CarBlogger

DS, quanto ci vuole per costruire un marchio premium

Brand indipendente, nuova gamma, espansione in Asia: per sfidare i tedeschi serviranno 10 anni. Parola dei francesi

DS, quanto ci vuole per costruire un marchio premium
Galleria fotografica - Citroen Divine DS ConceptGalleria fotografica - Citroen Divine DS Concept
  • Citroen Divine DS Concept - anteprima 1
  • Citroen Divine DS Concept - anteprima 2
  • Citroen Divine DS Concept - anteprima 3
  • Citroen Divine DS Concept - anteprima 4
  • Citroen Divine DS Concept - anteprima 5
  • Citroen Divine DS Concept - anteprima 6

Tutti vogliono diventare premium. Eppure Audi per arrivare ai livelli di oggi in termini di immagine, qualità, volumi e redditività, ci ha messo 20 anni. Ne è consapevole Yves Bonnefont, manager francese del gruppo PSA, Peugeot-Citroen, che ha l’obiettivo di portare il marchio DS a competere con i tedeschi nel mercato premium. “Un percorso che durerà 10-15 anni”, ha ammesso senza timore durante un nostro incontro a Parigi. E solo perché “possiamo contare già su 500 mila DS vendute finora nel mondo e su un brand DS che ha radici nella storia del mondo dell’automobile”. Altrimenti, fa intendere, “sarebbe impossibile”. Provate a chiederlo ai giapponesi di Infiniti-Nissan.

La strategia raccontata da Bonnefont punta a un allargamento della gamma DS a 6 modelli entro il 2022: due hatchback, due berline e due SUV. Tre più di oggi e solo uno in meno della “matrigna” Citroen. Circa l’85% delle DS vendute finora è in Europa: nel 2016 il 50% dei volumi non sarà europeo. Si punta diritti sull’espansione della rete (indipendente) in 200 grandi città mondiali concentrate in Asia (Cina prima di tutto) e Sud America. Per gli Stati Uniti, da sempre mercato di riferimento per l’industria premium, “ci sarà da attendere prima lo sviluppo del brand”. Arriverà, ma ci vorrà del tempo. Il marchio nel frattempo ha trovato la sua identità: “In molti mi chiedono cosa sia la DS - spiega il manager francese -. Più che mille parole, il concept della Divine è la risposta migliore”. Il viaggio DS alla sfida dei tedeschi è partito. In quanti sono disposti a fare il tifo per Bonnefont?

Autore: Carblogger.it

Tag: Mercato , Citroen , auto europee , cina


Top