dalla Home

Attualità

pubblicato il 10 settembre 2014

Dossier FCA, piano industriale 2018

Montezemolo lascia Ferrari

Dopo 23 anni saluta Maranello, che avrà un ruolo importante in FCA sotto la guida di Sergio Marchionne

Montezemolo lascia Ferrari
Galleria fotografica - Montezemolo, 23 anni in FerrariGalleria fotografica - Montezemolo, 23 anni in Ferrari
  • Montezemolo, 23 anni in Ferrari - anteprima 1
  • Montezemolo, 23 anni in Ferrari - anteprima 2
  • Montezemolo, 23 anni in Ferrari - anteprima 3
  • Montezemolo, 23 anni in Ferrari - anteprima 4
  • Montezemolo, 23 anni in Ferrari - anteprima 5
  • Montezemolo, 23 anni in Ferrari - anteprima 6

Ferrari senza Montezemolo. L'annuncio è ufficiale ed è appena arrivato tramite una nota stampa: il Presidente lascia Maranello dopo 23 anni. Una svolta epocale, che era stata preannunciata nei giorni scorsi e diventa realtà all'ombra di Fiat-Chrysler. E' la prossima quotazione a Wall Street che ha mosso l'ago della bilancia. Ferrari avrà "un ruolo importante all’interno del gruppo", ha scritto Montezemolo ed è chiaro che per il Cavallino Rampante si apre un capitolo completamente nuovo e diverso, non solo perché Montezemolo non ci sarà più, ma perché al vertice - come lui stesso suggerisce - ci sarà un altro uomo chiave: Sergio Marchionne. Anche se nel messaggio l'ad del gruppo non viene citato per nome e cognome si legge: "Si aprirà quindi una fase nuova e diversa che credo giusto debba essere guidata dall’Amministratore Delegato del Gruppo".

E Marchionne ha trascorso questi giorni proprio a Maranello, dove ha parlato con i piloti, incontrato i collezionisti di auto storiche per un progetto sulle Ferrari classiche e partecipato ad una riunione con il board di Philip Morris, sponsor del Cavallino. “Nessuno è indispensabile, ma il cambio della presidenza non è in agenda”, aveva detto, smorzando le voci che già davano Montezemolo dimesso. Oggi alle 14:00 ci sarà una conferenza stampa al Museo Ferrari di Modena ed interverranno entrambi. Si avranno quindi maggiori dettagli su come verrà riorganizzata la Ferrari e si saprà ufficialmente se il nuovo presidente è Marchionne. Intanto, nella sua dichiarazione alla stampa Luca di Montezemolo ringrazia chi ha lavorato con lui e ricorda gli anni trascorsi a Maranello, anche con Enzo Ferrari. Per lui questa è "la più bella azienda del mondo" e l'augurio è che gli azionisti (in particolare Piero Ferrari) e tutte le persone dell'azienda continuinino ad ottenere tanti anni di successo, come quando - lo aggiungiamo noi - c'era anche Schumacher. Di seguito riportiamo il comunicato in versione integrale:

“La Ferrari avrà un ruolo importante all’interno del gruppo FCA nella prossima quotazione a Wall Street e si aprirà quindi una fase nuova e diversa che credo giusto debba essere guidata dall’Amministratore Delegato del Gruppo.
Finisce un’epoca e ho quindi deciso di lasciare la Presidenza dopo quasi 23 anni meravigliosi e indimenticabili, dopo quelli passati a fianco di Enzo Ferrari negli anni Settanta.
Il mio ringraziamento va innanzi tutto a donne e uomini eccezionali in fabbrica, negli uffici, nei campi di gara, sui mercati di tutto il mondo che sono stati i veri artefici in questi anni della grande crescita dell’azienda, delle tante memorabili vittorie e del successo del marchio diventato grazie a loro uno dei più forti al mondo.
Un saluto e un ringraziamento a tutti i nostri partner tecnici e commerciali, ai dealer di ogni Paese e in modo particolare ai clienti e ai collezionisti con cui condivido la stessa passione.
Ma il mio pensiero va oggi anche ai nostri tifosi che non hanno mai fatto mancare alla Scuderia il loro entusiasmo soprattutto nei momenti più difficili.
La Ferrari è la più bella azienda del mondo e per me è stato un grande privilegio e onore esserne stato il leader. Le ho dedicato tutto il mio impegno ed entusiasmo e insieme alla mia famiglia ha rappresentato e rappresenta la cosa più importante della mia vita.
Auguro agli azionisti, e in particolare a Piero Ferrari che mi è stato sempre vicino, e a tutte le persone dell’Azienda ancora tanti anni di successo che la Ferrari merita”.

Autore:

Tag: Attualità , Ferrari , formula 1 , auto storiche , auto italiane


Top