dalla Home

Mercato

pubblicato il 21 agosto 2014

Ford lavora alla "sua" Toyota Prius

Sarà la prima gamma ibrida nata da zero dell'Ovale Blu e debutterà nel 2018

Ford lavora alla "sua" Toyota Prius

Il conto alla rovescia è iniziato. Entro quattro anni Ford metterà in vendita una gamma studiata apposta per fare concorrenza alla Toyota Prius (e non è l'unico costruttore, visto che anche Hyundai sta testando la sua anti-giapponese). Stando a fonti riservate citate dalla Reuters, si è partiti da un foglio bianco per rispondere alle sempre più stringenti regole di contenimento delle emissionidi CO2 varate in Nord America, Europa ed Asia. Tuttavia la domanda è ancora debole. Finora da gennaio sono state vendute negli Stati Uniti 10.635 Chevrolet Volt (-9% rispetto all’anno scorso) e 16.444 Ford C-Max hybrid (-29%), tanto per fare un esempio. Invece la Prius, nonostante sia scesa dell’11%, è sempre in testa con 127.776 auto immatricolate. Il segreto del suo successo (400mila unità vendute in un anno) starebbe nella varietà offerta in gamma e Ford vuole fare lo stesso. Per questo la sua offerta non deriverà da nessuno dei modelli attuali.

Dimenticatevi quindi un'altra variante della Fusion hybrid, che nel frattempo sta imparando a guidare da sola. L’anti Toyota Prius americana offrirà agli automobilisti una gamma simile a quella attualmente in commercio nei concessionari del marchio giapponese e verrà costruita in Michigan, con il ritmo di 120mila unità all’anno. Le batterie saranno ovviamente un’evoluzione più efficiente di quelle oggi utilizzate sulle ibride dell’Ovale Blu e la piattaforma sarà quella globale chiamata C2, la stessa su cui verranno assemblate le prossime generazioni di Focus ed Escape. Chris Preuss, portavoce di Ford, non ha voluto commentare la notizia, che ad ogni modo - come sottolinea Automotive News - non è stata neanche smentita.

Autore:

Tag: Mercato , Ford , auto ibride


Top