dalla Home

Novità

pubblicato il 12 agosto 2014

McLaren 650S Sprint, per un track day da sogno

Alleggerita per essere ancora più veloce (in pista)

McLaren 650S Sprint, per un track day da sogno
Galleria fotografica - McLaren 650S SprintGalleria fotografica - McLaren 650S Sprint
  • McLaren 650S Sprint - anteprima 1
  • McLaren 650S Sprint - anteprima 2
  • McLaren 650S Sprint - anteprima 3
  • McLaren 650S Sprint - anteprima 4
  • McLaren 650S Sprint - anteprima 5
  • McLaren 650S Sprint - anteprima 6

Dalla strada alla pista e viceversa. Perché questa nuova versione della McLaren 650S presentata al Concours d’Elegance di Pebble Beach è comunque un’auto targabile per uso stradale. La differenza la fa la specifica “Sprint” che riassume in una sola parola le prerogative di questa supercar inglese: andare velocissima anche in pista dove la differenza la fanno il peso e l’assetto.

Alleggerita, ma fino ad un certo punto

Dunque la 650S Sprint è stata innanzitutto alleggerita laddove era ancora possibile (fisicamente) oltre al telaio monoscocca in fibra di carbonio. Senza rinunciare però ai confort fondamentali della guida su strada, come ad esempio al climatizzatore. L’abitacolo però è stato riconfigurato con due sedili da corsa HANS in fibra di carbonio muniti di cinture a sei punti ed è stato dotato di un impianto antincendio integrato. Giusto per ricordarsi che questa McLaren non è esattamente un’auto da tutti i giorni.

Le vere differenze

L’altro intervento fondamentale interessa l’assetto che è stato ulteriormente ribassato com’è stato rivisto il carico delle sospensioni. La 650S Sprint monta inoltre cerchioni da competizione di tipo monodado con pneumatici Pirelli facilmente sostituibili “in corsa” grazie ad un sistema di martinetti idraulici. E poi c’è l’impianto frenante, anch’esso specifico, che si abbina al sofisticato sistema di aerodinamica attiva già presente sulla McLaren 650S “normale” ed è integrato con un alettone posteriore (ovviamente in carbonio) ed uno splitter frontale. Sono state derivate dalla 650S GT3 – la McLaren che correrà solo in pista – soluzioni tecniche come il serbatoio “a vescica” con connettori rapidi per il rifornimento e un sistema di raffreddamento ottimizzato grazie ad un radiatore più grande e a condotti specifici. Sempre alla GT3 i progettisti si sono ispirati per definire i colori della Sprint ovvero una spettacolare livrea invertita bianco-arancione. Il prezzo? 198.000 sterline, chiavi in mano.

Autore: Redazione

Tag: Novità , McLaren


Top