dalla Home

Test

pubblicato il 23 agosto 2014

Peugeot 208 T16, il sogno di guidare un’auto da rally [VIDEO]

Per un appassionato di motori, niente supera l’emozione di andare di traverso con una macchina così

Galleria fotografica - Peugeot 208 R5 T16 da rally - Guidarla è davvero incredibile!Galleria fotografica - Peugeot 208 R5 T16 da rally - Guidarla è davvero incredibile!
  • Peugeot 208 R5 T16 da rally - Guidarla è davvero incredibile! - anteprima 1
  • Peugeot 208 R5 T16 da rally - Guidarla è davvero incredibile! - anteprima 2
  • Peugeot 208 R5 T16 da rally - Guidarla è davvero incredibile! - anteprima 3
  • Peugeot 208 R5 T16 da rally - Guidarla è davvero incredibile! - anteprima 4
  • Peugeot 208 R5 T16 da rally - Guidarla è davvero incredibile! - anteprima 5
  • Peugeot 208 R5 T16 da rally - Guidarla è davvero incredibile! - anteprima 6

Un sogno che si avvera. Non capita spesso. E non capita a tutti. Io sono una persona fortunata, perché per lavoro guido auto fantastiche, la mia passione. Ma l’esperienza che sto per raccontarvi è riuscita a ripescare un’emozione che avevo dentro da tempo: Montecarlo e Sanremo, due nomi mitici nel mondo dei rally, per le strade spettacolari che da bambino mi hanno fatto volare con la fantasia. Chi l’avrebbe immaginato che un giorno, sarei riuscito a guidarla una macchina da rally. È quello che è successo con la Peugeot 208 T16 R5, grazie a un test organizzato dalla Casa del Leone per far provare la macchina di Paolo Andreucci ai vincitori del trofeo Peugeot Competition. E anche ai giornalisti: guardando il video vi farete un’idea dell’effetto che fa...

Come fanno i piloti "veri"

Ma il bello di questa giornata magica non è solo poter guidare una vettura “ufficiale” da 280 CV che poco ha da invidiare alle auto del campionato mondiale WRC (ecco la scheda tecnica completa). Il cuore comincia a battere già arrivando in Garfagnana, su un tratto di strada chiusa al traffico come se si stesse davvero correndo una “speciale” del rally del Ciocco. Non faccio tempo di pensare “...e quando mi ricapita più di poter guidare con tutta la strada per me…” che arriva un altro mostro, la Peugeot 208 R2 guidata da un altro “manico”, Stefano Albertini. E dopo il briefing sotto il tendone dell’hospitality Peugeot Sport è proprio Stefano che mi porta a fare un giro di ricognizione. Proprio come se stessimo preparando la gara. Occhio qui, questa curva è cieca perché c’è un dosso. Sui gradini di questa casa non tagliare, mi raccomando. E aspetta a cambiare direzione su questo tratto in discesa, l’asfalto è tutto una buca. Con questi consigli in testa tocca a me, guidando la stessa 208 GTi stradale con cui per fortuna avevo già fatto amicizia in questa prova, ripercorro su e giù il tracciato di circa 1,7 chilometri scelto per il test. Finché non arriva il momento magico: mi infilo tuta e casco, la 208 R2 è pronta a farmi fare il mio debutto da “rallysta”.

Perché guidare un'auto è divertente?

Sarà anche la “piccolina” fra le macchine preparate dai mitici ragazzi della Racing Lions di Cesena, ma come potete leggere nella scheda tecnica, la R2 è fatta apposta per essere agile come una biscia. Vi anticipo già che mi sono divertito più con lei, che con la R5, perché mi sono fidato a buttarla nelle curve anche provando a frenare con il piede sinistro, come i piloti veri: davanti è davvero incollata alla strada e dietro segue con quel leggero effetto “carrello della spesa” per chiudere le traiettorie. Una goduria pazzesca. Soprattutto nelle mani di Albertini, a fine giornata, quando sono tornato a bordo come passeggero per vedere cosa è veramente capace di fare una macchina così con uno “serio” alla guida. Un altro pianeta!

Quando metterla di traverso non è un problema

Ma la star più attesa della giornata era lei, la 208 T16 R5 che vedete nelle immagini del video. Il turbo e la trazione integrale sono le differenze più importanti con la R2, che guidando non al limite come ho fatto io si traducono in un grip impensabile in laterale, un’accelerazione bestiale nel buttare dentro le 5 marce corte con il fantastico cambio sequenziale lì, a due dita dal volante, e una voglia matta di tirare quel freno a mano idraulico pochi centimetri più indietro. Una tentazione a cui non ho resistito! E che Andreucci, il legittimo padrone di questa Leonessa, un’oretta dopo ha cominciato a strapazzare ad ogni curva. Anzi, prima di ogni curva, mettendo “a coltello” la macchina, con il muso - e i miei occhi - puntati una volta su una casa, un’altra sul muretto o sugli alberi proprio lì, sul ciglio, e con la strada che per la maggior parte del tempo scorre attraverso i finestrini laterali invece che dal parabrezza. Un’esperienza indimenticabile!

Galleria fotografica - Peugeot 208 R2 da rally - La nostra emozionante provaGalleria fotografica - Peugeot 208 R2 da rally - La nostra emozionante prova
  • Peugeot 208 R2 da rally - La nostra emozionante prova - anteprima 1
  • Peugeot 208 R2 da rally - La nostra emozionante prova - anteprima 2
  • Peugeot 208 R2 da rally - La nostra emozionante prova - anteprima 3
  • Peugeot 208 R2 da rally - La nostra emozionante prova - anteprima 4
  • Peugeot 208 R2 da rally - La nostra emozionante prova - anteprima 5
  • Peugeot 208 R2 da rally - La nostra emozionante prova - anteprima 6

Scheda Versione

Peugeot 208 GTi
Nome
208 GTi
Anno
2013 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Peugeot , rally , guida sportiva


Listino Peugeot 208

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
GTi 1.6 THP 200cv anteriore benzina 200 1.6 5 € 22.200

LISTINO

GTi 30th 1.6 THP 208cv S&S EU6 anteriore benzina 208 1.6 5 € 26.000

LISTINO

 

Top