dalla Home

Novità

pubblicato il 24 luglio 2014

Porsche Cayenne restyling, anche ibrida plug-in

Piccoli ritocchi, motori più efficienti e per la prima volta ricarica elettrica “alla spina”. Da ottobre a partire da 69.784 euro

Porsche Cayenne restyling, anche ibrida plug-in
Galleria fotografica - Porsche Cayenne S E-HybridGalleria fotografica - Porsche Cayenne S E-Hybrid
  • Porsche Cayenne S E-Hybrid - anteprima 1
  • Porsche Cayenne S E-Hybrid - anteprima 2
  • Porsche Cayenne S E-Hybrid - anteprima 3
  • Porsche Cayenne S E-Hybrid - anteprima 4
  • Porsche Cayenne S E-Hybrid - anteprima 5
  • Porsche Cayenne S E-Hybrid - anteprima 6

Con la nascita della Porsche Macan il re dei SUV di Stoccarda rischiava di passare in secondo piano, ma a Zuffenhausen non hanno certo tardato a ringiovanirne look e prestazioni annunciando per il prossimo 11 ottobre l’arrivo in concessionaria della Porsche Cayenne restyling. L’aggiornamento di metà carriera della Cayenne seconda serie passa attraverso una lunga serie di migliorie, non ultime proprio quelle che la rendono un po’ più simile alla Macan. Sotto la pelle c’è però ancora di più, visto che per la prima volta sarà possibile acquistare una Cayenne S E-Hybrid, prima ibrida plug-in nel segmento dei SUV premium che eredita la meccanica della Panamera ibrida. Il resto della nuova gamma è costituito da Cayenne Diesel, Cayenne S, Cayenne S Diesel e Cayenne Turbo.

Solo una rinfrescata fuori

Sulla Porsche Cayenne restyling sono stati modificati il frontale, il paraurti, le prese d’aria anteriori con inedite lame convogliatrici, il cofano motore e i nuovi fari bi-Xenon con luci diurne a LED; la Cayenne Turbo ha invece di serie i fari full LED dinamici. In coda si notano invece i gruppi ottici con effetto tridimensionale, il porta targa e la maniglia del portellone elettrico di nuovo disegno e gli inediti terminali di scarico integrati nel paraurti. L’abitacolo della Porsche Cayenne restyling vede l’esordio di un volante sportivo multifunzione con paddle del cambio con uno stile molto simile a quello della Porsche 918. I sedili posteriori sono stati modificati per migliorare il comfort, mentre quelli anteriori possono finalmente avere la ventilazione.

Fino a 36 km in elettrico con l’ibrida plug-in

Uno degli obiettivi che si sono posti gli ingegneri Porsche è stato quello di migliorare ulteriormente il livello di efficienza della Cayenne restyling, tappa obbligata per ogni Costruttore. A questo scopo è stato sviluppato il sistema Auto Stop/Start Plus con funzione di veleggiamento, mentre una migliore gestione termica del motore attraverso lamelle attive davanti al motore permette di migliorare aerodinamica e raffreddamento. Il punto culminante di questa politica ultra-efficiente è la Porsche Cayenne S E-Hybrid che monta il 3.0 V6 con compressore volumetrico da 333 CV abbinato al motore elettrico da 95 CV per ottenere una potenza totale di 416 CV e 590 Nm di coppia. Grazie alle batterie agli ioni di litio da 10,9 kWh la nuova ibrida plug-in può percorrere da 18 a 36 km in modalità puramente elettrica fino ai 124 km/h; il consumo combinato è pari a 3,4 l/100 km, mentre lo scatto da 0 a 100 km/h e la velocità massima sono pari rispettivamente a 5,9 secondi e 243 km/h. Le batterie possono essere ricaricate sia da una presa di corrente che durante la marcia.

Cresce l'efficienza

La nuova Porsche Cayenne S sfrutta il motore 3.6 V6 biturbo da 420 CV e 550 Nm che le permette di raggiungere i 259 km/h e di accelerare fino ai cento orari da fermo in 5,5 secondi (5,4 con il pacchetto Sport Chrono opzionale). Il cambio di serie è l’automatico Tiptronic S a otto marce, mentre il consumo combinato è compreso fra i 9,5 e i 9,8 l/100 km. Al top della gamma a benzina si piazza come sempre la Cayenne Turbo con il suo V8 4.8 biturbo da 520 CV e 750 Nm; la più potente delle Cayenne è così in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi (4,4 con lo Sport Chrono), di toccare i 279 km/h e di consumare in media 11,2-11,5 l/100 km. L’offerta delle versioni a gasolio si apre invece con la Cayenne Diesel dotata del 3.0 V6 da 262 CV (e 580 Nm) che in Italia scendono a 250 CV per evitare il superbollo; per fare lo 0-100 le occorrono 7,3 secondi, raggiunge i 221 km/h e consuma mediamente 6,6-6,8 l/100 km. Per chi vuole il massimo c’è poi la Cayenne S Diesel con il suo 4.2 V8 da 385 CV e 850 Nm; in questo caso la velocità massima è di 252 km/h, l’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,4 secondi e il consumo è di 8 l/100 km.

Prezzi da 69.784 a 133.468 euro

Nella dotazione di serie la Porsche Cayenne restyling include la trazione integrale con Porsche Traction Management, fari bi-Xenon con luci diurne a LED, volante multifunzione, ParkAssist davanti e dietro, cruise control, climatizzatore automatico, portellone ad azionamento elettrico e sistema start/stop con funzione di veleggiamento. Sulla Cayenne Turbo ci sono in più i fari full LED, i cerchi da 19”, il Porsche Active Suspension Management (PASM) con sospensioni pneumatiche e il navigatore Porsche Communication Management con impianto audio Bose. Il prezzo base in Italia è rappresentato dai 69.784 euro della Porsche Cayenne Diesel, cifra che sale a 84.058 euro per la Cayenne S. Poco più in alto si posiziona la nuova Porsche Cayenne S E-Hybrid, venduta ad un prezzo di 85.553 euro volutamente allineato a quello della Cayenne S Diesel che costa 86.010 euro. La rinnovata Porsche Cayenne Turbo costa invece 133.468 euro.

Galleria fotografica - Porsche Cayenne restylingGalleria fotografica - Porsche Cayenne restyling
  • Porsche Cayenne restyling - anteprima 1
  • Porsche Cayenne restyling - anteprima 2
  • Porsche Cayenne restyling - anteprima 3
  • Porsche Cayenne restyling - anteprima 4
  • Porsche Cayenne restyling - anteprima 5
  • Porsche Cayenne restyling - anteprima 6

Scegli Versione

Autore:

Tag: Novità , Porsche , auto europee , auto ibride


Top