dalla Home

Curiosità

pubblicato il 23 luglio 2014

Seat sceglie Android per le sue auto

Anche la casa spagnola si unisce alla partnership Open Automotive Alliance promossa da Google

Seat sceglie Android per le sue auto
Galleria fotografica - Google insieme ad Audi, Seat, GM, Hyundai e Honda per passare dallo smartphone alla smartcarGalleria fotografica - Google insieme ad Audi, Seat, GM, Hyundai e Honda per passare dallo smartphone alla smartcar
  • Google insieme ad Audi, GM, Hyundai e Honda per passare dallo smartphone alla smartcar - anteprima 1
  • Google insieme ad Audi, GM, Hyundai e Honda per passare dallo smartphone alla smartcar - anteprima 2
  • Google insieme ad Audi, GM, Hyundai e Honda per passare dallo smartphone alla smartcar - anteprima 3
  • Google insieme ad Audi, GM, Hyundai e Honda per passare dallo smartphone alla smartcar - anteprima 4
  • Google insieme ad Audi, GM, Hyundai e Honda per passare dallo smartphone alla smartcar - anteprima 5
  • Google insieme ad Audi, GM, Hyundai e Honda per passare dallo smartphone alla smartcar - anteprima 6

Seat e Android: un nuovo binomio tra infotainment e auto si aggiunge alle varie partnership già annunciate in quest'ultimo periodo. La sempre maggiore diffusione dei sistemi informativi e multimediali ha portato alla definizione di specifici progetti: per Google si chiama Open Automotive Alliance, ed ha l'obiettivo di diffondere il sistema operativo Android Auto tra vari marchi automobilistici. Seat è da poco uno di questi: i sistemi di bordo saranno presto in grado di integrare pienamente gli smartphone Android e le tecnologie Google.

L'annuncio è stato dato alla conferenza Google I/O tenutasi a Mountain View e rivolta agli sviluppatori. Android Auto sarà ottimizzato al fine di risultare sempre più efficace per l'uso automobilistico, ad esempio rendendo chiare e immediate le funzionalità e riducendo possibili fonti di distrazione; Seat aggiungerà alcune app specifiche, per informazioni, attività social e funzionalità personalizzate. I costruttori attualmente coinvolti nelll'Open Automotive Alliance salgono così a 25: Alfa Romeo, Audi, Bentley, Chevrolet, Chrysler, Fiat, Ford, GM, Honda, Hyundai, Jeep, Kia, Maserati, Mitsubishi, Nissan, Opel, Renault, Seat, Subaru, Seat, Skoda, Suzuki, Volkswagen e Volvo; a queste si aggiungono alcune aziende informatiche. CarPlay, l'analogo sistema sviluppato da Apple, è stato scelto attualmente da 29 case, molte delle quali aderiranno ad entrambi i progetti.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Curiosità , Seat , auto europee


Top