dalla Home

Test

pubblicato il 16 luglio 2014

Fiat Panda Cross, come va il baby-SUV italiano

Le nostre impressioni dalla pista di Balocco

Fiat Panda Cross, come va il baby-SUV italiano
Galleria fotografica - Nuova Fiat Panda CrossGalleria fotografica - Nuova Fiat Panda Cross
  • Nuova Fiat Panda Cross - anteprima 1
  • Nuova Fiat Panda Cross - anteprima 2
  • Nuova Fiat Panda Cross - anteprima 3
  • Nuova Fiat Panda Cross - anteprima 4
  • Nuova Fiat Panda Cross - anteprima 5
  • Nuova Fiat Panda Cross - anteprima 6

Guidare la Panda 4x4 è sempre un piacere. Perchè l’agilità che regala quest’auto in strada e soprattutto fuoristrada non ha pari. Fare di meglio è difficile, ma Fiat ci prova ancora con la versione Cross. Che cos’è? Una Panda 4x4 ancora "più 4x4" nello stile e nell’impostazione tecnica che aumenta ulteriormente le capacità fuoristradistiche. Tanto che in Fiat la definiscono la prima baby SUV della storia. Sarà vero? Ora vi dico la mia.

Si vede che è Cross

La prima caratteristica della Panda Cross è che si fa notare. La carrozzeria è stata caricata di elementi che fanno il verso agli off road duri e puri: i paraurti sono rinforzati, davanti c’è una vistosa protezione sottoscocca e ancora due ganci di traino che non solo sono a vista, ma anche colorati rosso fuoco. I fendinebbia, invece, sono stati posizionati all’altezza del logo Fiat e al loro posto ci sono due strisce di luci diurne a led (è la prima volta che si vedono su una Fiat).

Ancora più 4x4

Ma il bello della Panda Cross viene quando la si guida in fuoristrada perché conferma tutte le qualità della Panda 4x4 (io l’avevo provata oltre un anno fa a Madonna di Campiglio) innalzando l’asticella dei limiti di guida grazie alla maggiore altezza da terra, alle nuove protezioni in acciaio e alla gommatura maggiorata (185/65R15 M+S All Seasons). Per la cronaca gli angoli caratteristici della guida in fuoristrada - attacco, uscita, dosso - sono rispettivamente di 24, 34 e 21 gradi. Mentre la pendenza massima superabile è del 70% (55% quella laterale). Numeri non lontani dai fuoristrada veri (una Jeep Wrangler Unlimited viaggia con questi angoli: 38,4°, 20,8º, 31,4°. E poi c’è l’elettronica che da una bella mano al sistema di trazione integrale bloccando il differenziale nelle condizioni più estreme. Basta girare il selettore del cosiddetto Terrain Control (anche questa è una specificità della Panda Cross) in modalità off road e la trazione diventa integrale permanente (50:50) fino alla velocità di 50 km/h. Nelle condizioni di guida normale, invece, il sistema di trazione lavora in modo "intelligente" simulando la trazione anteriore (al 98%) e trasferendo la coppia alla ruote posteriori solo in caso di perdita di aderenza. L'altra nuova funzionalità prevista dal Terrain Control e l'assistenza di frenata in discesa, che mantiene costante a 5 km/h la velocità. Tutto questo si traduce in un grande di divertimento di guida sui percorsi attrezzati come quello dove ho guidato a Balocco. Fra dossi, sassi, twist e pendenze d'ogni tipo, la Panda sembra un'auto giocattolo in grado si superare qualsiasi ostacolo con un senso di padronanza entusiasmante.

In-strada

Detto questo bisogna tornare con le gomme sull'asfalto perché, parliamoci chiaro, la maggior parte dei clienti tipo di una Panda Cross, in fuoristrada ci andrà poco e nulla. E comunque questa Panda non sfigura, anzi, conferma tutte quelle doti che la rendono una delle citycar più apprezzate del mercato in termini di maneggevolezza nel traffico cittadino, praticità di carico e abitabilità che è più che soddisfacente per quattro persone. La presenza della trazione integrale sulla Cross come sulla Panda 4x4 si fa sentire a livello di prestazioni che sono un po' giuste. La Cross pesa pure qualcosa in più e per questo Fiat ha potenziato di 5 cavalli sia il motore diesel 1.3 (80 CV) che quello benzina 0,9 TwinAir ora da 90 CV. Io continuo a preferire quest'ultimo perché ha un cambio a 6 marce e nella guida su strada è più brillante al contrario del diesel che ha il fiato un po' corto.

Si fa pagare

E allora rispondo alla domanda iniziale: può la Panda Cross essere definita un baby SUV? Secondo me la risposta e affermativa perché a suo modo incarna tutte le prerogative di questo genere di auto: è più pratica, costa cara (poco meno di 19 mila euro al netto degli optional), chi la compra non la usa per quello che sa fare meglio e, dulcis in fundo, si fa notare. Esattamente come un SUV!

Scheda Versione

Fiat Panda Cross
Nome
Panda Cross
Anno
2014
Tipo
Normale
Segmento
citycar
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Fiat , auto italiane


Listino Fiat Panda

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.3 Mjt 95cv S&S E6 Cross 4x4 4x4 diesel 95 1.2 4 € 20.900

LISTINO

 

Top