dalla Home

Test

pubblicato il 3 luglio 2014

Audi A3 Sportback e-tron, l'inizio di un nuovo viaggio

La prima ibrida plug-in di Ingolstadt è già matura, rilassante ed efficiente. Peccato per i quasi 40.000 euro di listino

Audi A3 Sportback e-tron, l'inizio di un nuovo viaggio
Galleria fotografica - Audi A3 Sportback e-tron Galleria fotografica - Audi A3 Sportback e-tron
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 1
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 2
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 3
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 4
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 5
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 6

Un'altra auto, un altro viaggio, un'altra vita. Queste sono le sensazioni che mi hanno sempre trasmesso le vetture elettriche o le ibride plug-in e l'Audi A3 Sportback e-tron che ho provato attorno a Vienna me lo ha confermato ancora una volta. La e-tron usa però le forme familiari della cinque porte tedesca al posto dello stile futuribile di alcune concorrenti. Niente fibra di carbonio in stile BMW i3, nessuna nuova piattaforma come Nissan Leaf o Toyota Prius Plug-in: solo una "semplice" A3 Sportback con una tecnologia ibrida plug-in perfettamente integrata che svolge al meglio la sua funzione efficiente. Niente sorprese quindi nello scoprire che durante la prova di 106 km ho consumato appena 2,9 l/100 km di benzina, oltre al "pieno" elettrico da 8,8 kWh. Un risultato ottenuto nel massimo comfort e silenzio di quasi 48 km in modalità EV, insomma con un'integrazione elettrica così riuscita da non sfigurare di fronte ai prodotti del gruppo Toyota, leader storico della tecnologia ibrida.

E’ la prima con il nuovo look e-tron

Ammetto che è davvero strano vedere il logo anteriore dei quattro anelli che scorre lateralmente per scoprire la presa di carica elettrica, ma la soluzione mi pare buona anche a livello estetico dato che evita un altro sportellino laterale. A distinguerla dalle altre A3 Sportback ci sono pochi altri dettagli come la griglia anteriore single frame dal disegno specifico, le scritte e-tron e i cerchi con design a turbina. Il tutto non può che piacere alla potenziale clientela della A3 Sportback e-tron, nonostante i quasi 40.000 euro di listino. Gli interni sono quelli noti, con in più il pulsante EV per scegliere fra le quattro modalità di funzionamento, il "Powermeter" al posto del contagiri e la doppia indicazione di livello "carburante", benzina ed elettricità nelle batterie.

Scorrevole come poche e sportiva

La guida della Audi A3 Sportback e-tron in modalità elettrica EV mi ha davvero sorpreso per la fluidità di marcia e il ridottissimo freno motore che spesso si trasforma in un veleggiamento a consumo zero; per sfruttare a pieno la ricarica in rilascio occorrono delle buone discese, ma mi sono divertito anche a modulare in maniera graduale la frenata, sistema ideale per non sprecare neppure un po' di energia cinetica. Quando decido di muovermi senza la flemma che uso per le auto elettriche e plug-in, pestando cioè sull'acceleratore, mi ritrovo al volante di una brillante cinque porte da 204 CV, merito del 1.4 TFSI e del motore elettrico. Ogni sorpasso o strada tortuosa diventano una buona scusa per godere della potente accelerazione del duplice motore (7,6 secondi da 0 a100), accompagnata però da un aumento dei consumi. La cosa migliore è viaggiare con calma assecondando i ritmi più calmi adatti all'ibrido, metodo che mi ha consentito di muovermi in elettrico per il 79% del percorso di prova.

Adatta a tutti, ma soprattutto ai pionieri dell’elettrico

Per il resto l'utilizzo dell'Audi A3 Sportback e-tron è uguale a quello della versione "normale", sia a livello di tenuta di strada che di sterzo, freni e cambio. Il doppia frizione S tronic sembra addirittura migliorare la sua resa grazie all'integrazione con l'elettromotore anulare, ben sincronizzati nella gestione di coppia e potenza; sia in accelerazione che in rilascio il DSG sembra nato per questo sistema ibrido e guidare la e-tron diventa un piacere. Solo il vano bagagli riduce di 100 litri la sua capacità di carico, un piccolo svantaggio ben compensato da un notevole incremento dell'autonomia che ad un certo punto della prova è arrivata a 916 km. Insomma, un'A3 molto speciale, senza particolari compromessi, ma adatta a quei "pionieri" disposti a spendere qualcosa in più nell'acquisto per fare il quotidiano percorso casa-ufficio a zero emissioni e nel massimo comfort. Indispensabile è anche un garage con presa di corrente, mentre è comodo avere lo spazio per montare il dock di ricarica a parete incluso nel pacchetto e-tron plus che risolve il problema di cavi volanti e penzolanti.

Scheda Versione

Audi A3 Sportback e-tron
Nome
A3 Sportback e-tron
Anno
2014 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
plugin
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Audi , auto europee , auto ibride


Top