dalla Home

Attualità

pubblicato il 27 giugno 2014

L'auto elettrica "non è ecologica", lo dicono in Francia

L'Autorità per la pubblicità ha analizzato alcuni spot. Intanto gli scienziati ne studiano il processo produttivo

L'auto elettrica "non è ecologica", lo dicono in Francia
Galleria fotografica - Auto elettriche in commercioGalleria fotografica - Auto elettriche in commercio
  • Audi R8 e-tron - anteprima 1
  • BMW i3 - anteprima 2
  • Cadillac ELR - anteprima 3
  • Chevrolet Spark EV - anteprima 4
  • Citroen C-Zero - anteprima 5
  • Ford Focus Electric - anteprima 6

L'auto elettrica non emette CO2, questo è un dato di fatto. L'auto elettrica non è ecologica, questo lo dice l'Autorità per la pubblicità in Francia. La questione è delicata, quando animata. A sollevarla è stata l'associazione "Osservatorio del nucleare" che ha chiesto all'Autorità deontologica nazionale di intervenire perché alcune pubblicità dichiarano ecologiche al 100% le auto elettriche. Precisamente la questione riguarda da un lato degli spot Renault sulla Zoe e dall'altro quelli relativi al car sharing elettrico del gruppo Bolloré (Autolib a Parigi e Bluely a Lione). L'Autorità per la pubblicità ha emesso due verdetti con sfumature diverse su questi argomenti, intanto tornano d'attualità alcuni studi effettuati di recente sull'impatto ambientale dell'auto elettrica, di cui bisogna considerare l'intero ciclo di vita: dalla produzione allo smaltimento. E in quest'arco di tempo le emissioni di CO2 ci sono. Vediamo in dettaglio.

CAR SHARING ELETTRICO ED AUTO ELETTRICA AL BANCO DEGLI IMPUTATI
Il giudice sulla deontologia pubblicitaria è giunto alla conclusione che, riguardo al servizio di car sharing, il suo utilizzo "implica necessariamente alcuni effetti negativi sull’ambiente, a partire dal fatto che l'elettricità necessaria alla ricarica non è detto che provenga da risorse rinnovabili". Riguardo invece alla Zoe Stéphane Martin, direttore generale dell'Arpp, ha ricordato innanzitutto che ogni auto sul pianeta ha un impatto dalla produzione allo smaltimento. La Zoe non emette CO2 durante l'utilizzo e questo, dice il giudice, è stato dichiarato dal costruttore nello spot. Tuttavia, aggiunge, "il minore impatto ambientale di un veicolo elettrico rispetto ad un veicolo con motore a scoppio è formulato in termini troppo generali e non si accompagna ad alcuna precisione. La pubblicità in causa incita esplicitamente i consumatori ad utilizzare una vettura elettrica per ridurre l'inquinamento atmosferico, sebbene esistano numerosi altri mezzi di trasporto che sono notoriamente meno nocivi per l’ambiente, come i trasporti pubblici e le biciclette". In questa osservazione rientrano ovviamente tutti i costruttori. L'Autorità per la pubblicità francese ha già formulato pareri simili su Citroen C Zero, Opel Ampera, Nissan Leaf... Ma quanto inquina un'auto elettrica? Alcuni studi hanno dato delle risposte. Eccole di seguito.

QUANTO INQUINA L'AUTO ELETTRICA
Partiamo dalla produzione. Stando alla ricerca dell'Università delle Scienze di Norvegia condotta l'anno scorso, le fabbriche che assemblano un'auto elettrica emettono più CO2 e rifiuti tossici di quelle che producono un'auto tradizionale. Poi ci sono le batterie. Il Journal of Industrial Ecology americano, sempre nel 2013, ha ricordato come l'estrazione del litio che serve per realizzare le batterie disperde una notevole quantità di inquinanti nell'ambiente. Infine, l'energia elettrica necessaria a ricaricare l'auto - come ha detto l'Autorità per la pubblicità francese - non è detto che provenga da fonti di energia rinnovabile. D'altro canto questo è vero per qualsiasi elettrodomestico che utilizziamo. Fare un confronto con un'auto tradizionale è piuttosto complicato, perché al momento non ci sono studi accurati di questo tipo. Pertanto, bisogna andarci piano prima di additare l'auto elettrica come "inquinante".

Autore:

Tag: Attualità , auto elettrica


Top