dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 giugno 2014

Ferrari vince a Le Mans e “pensa” di lasciare la F1

Nella mitica 24h la 458 Italia batte tutti, dopo l’ipotesi del Wall Street Journal che ha intervistato Montezemolo

Ferrari vince a Le Mans e “pensa” di lasciare la F1
Galleria fotografica - Ferrari vince alla 24 Ore di Le Mans 2014 con la 458 ItaliaGalleria fotografica - Ferrari vince alla 24 Ore di Le Mans 2014 con la 458 Italia
  • Ferrari vince alla 24 Ore di Le Mans 2014 con la 458 Italia - anteprima 1
  • Ferrari vince alla 24 Ore di Le Mans 2014 con la 458 Italia - anteprima 2
  • Ferrari vince alla 24 Ore di Le Mans 2014 con la 458 Italia - anteprima 3
  • Ferrari vince alla 24 Ore di Le Mans 2014 con la 458 Italia - anteprima 4
  • Ferrari vince alla 24 Ore di Le Mans 2014 con la 458 Italia - anteprima 5
  • Ferrari vince alla 24 Ore di Le Mans 2014 con la 458 Italia - anteprima 6

Il pensiero di Montezemolo avrà anche sollevato dei dubbi dopo le dichiarazioni pubblicate dal Wall Street Journal, uno dei giornali più importanti (e in quindi bravi a “trovare notizie”) al mondo, ma non si può dire che il tam-tam mediatico della frase del presidente della Ferrari non abbia portato fortuna alla Rossa. Infatti, dopo l’ipotesi di addio alla Formula 1 da parte della scuderia di Maranello, la 458 Italia GT2 del team AF Corse ha trionfato alla 24 Ore di Le Mans nella categoria LMGTE Pro, con alla guida Giancarlo Fisichella, Gimmi Bruni e Toni Vilander. È vero, non si tratta della vittoria assoluta, andata all’Audi R18 e-tron quattro, ma fornisce un nuovo spunto per la voglia del numero 1 del Cavallino Rampante di rendere le gare automobilistiche un momento che sia spettacolare da guardare e al tempo stesso rappresenti un’opportunità per i costruttori di sviluppare nuove tecnologie. Com’è stato molte volte in passato.

Quest’anno la Formula 1 ha cambiato regolamenti, introducendo motori turbo accoppiati a moduli elettrici che dovrebbero portare benefici anche nelle auto ibride del futuro. Ma che forse sono ancora troppo distanti dalle tecnologie utilizzate nella produzione di serie e hanno anche un ritorno d’immagine limitato sui marchi che investono milioni di euro nelle competizioni. Pensate alla “rivendibilità” delle vittorie in pista dei motori TDI negli anni, o ai benefici nella reputazione di affidabilità della tecnologia ibrida, di cui sicuramente Toyota ha tenuto conto nel tentare di vincere a Le Mans. E ancora, alla possibilità di associare ad una Porsche di serie l’idea di resistenza nel tempo alle sollecitazioni al limite di una gara di endurance come quella francese. Lo stesso discorso si può fare sui Rally, che hanno come protagoniste macchine da corsa ancora più “simili” a quelle di serie.
Voi come la vedete una Formula 1 senza la Ferrari?

Autore:

Tag: Curiosità , Ferrari , formula 1 , le mans , gare


Top