dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 12 giugno 2014

Auto: il certificato di proprietà diventa la Carta unica del veicolo

Un risparmio per i cittadini? E' presto per dirlo

Auto: il certificato di proprietà diventa la Carta unica del veicolo

Niente più certificato di proprietà. Nell'orbita della riforma Renzi della pubblica amministrazione che fa nascere l'Archivio unico c'è l'abolizione del documento che dimostra il possesso del mezzo. A prima vista sono circa 30 euro in meno, ma parlare in dettaglio di risparmio o nuove tariffe è prematuro perché il certificato di proprietà, stando al disegno di legge approvato da poco, sarà sostituito da un inedito documento: la Carta unica del veicolo. Che cosa sarà esattamente è tutto da definire, sta di fatto che sarà rilasciato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Per il momento si legge nel ddl: nella Carta unica del veicolo sono "annotati i dati relativi alla proprietà degli autoveicoli".

Quando entrerà in vigore la legge, il ministero dell’Economia emanerà entro tre mesi il decreto che quantificherà in dettaglio le tariffe. Inutile quindi parlare di risparmio per i cittadini. Per ora ci sono solo le promesse dei politici. Il viceministro Riccardo Nencini aveva detto che l'automobilista avrebbe risparmiato 11 euro, ma c'è un aspetto da non sottovalutare: il governo Renzi vuole istituire, con lo stesso disegno di legge, l'archivio unico e questa riforma prevede l'assunzione alla motorizzazione civile di 150 persone. Tutti stipendi che potrebbero finire con l'essere pagati tramite nuove tariffe.

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada


Top