dalla Home

Home » Argomenti » Auto e Salute

pubblicato il 11 giugno 2014

Dossier Auto e Salute

Afa e auto: i 5 trucchi per non farsi fregare

Poche mosse e anche un lungo viaggio sotto il sole si può sopportare

Afa e auto: i 5 trucchi per non farsi fregare
Galleria fotografica - Afa e auto: trucchi da seguire per stare beneGalleria fotografica - Afa e auto: trucchi da seguire per stare bene
  • Piccoli accorgimenti per stare bene durante i lunghi viaggi - anteprima 1
  • Usare bene l\'aria condizionata  - anteprima 2
  • Guidare con gli occhiali da sole - anteprima 3
  • Mai sottovalutare i viaggi lunghi - anteprima 4
  • Attenzione a scottature e colpi di calore   - anteprima 5
  • Parcheggiare in maniera furba - anteprima 6

Il sole non ci sta dando tregua. In questi giorni fa caldo in tutta Italia: da Nord a Sud le temperature sono altissime. Anche se per questo fine settimana è prevista pioggia, è bene sapere che ci sono dei piccoli accorgimenti che se messi in pratica possono alleviare le sofferenze di uno spostamento in auto "cocente". E non parliamo di viaggi di tante ore, perché bastano 60 minuti per stare male. Ecco allora cinque consigli da seguire per fare dell'auto un'alleata, più che una scatola di tortura:

1) USARE BENE L'ARIA CONDIZIONATA
Sembra una banalità, ma il condizionatore non è "facile" da usare. La prima reazione al caldo è quella di sparare l'aria fredda al massimo, però - come dice il dott. Salvatore Miglionico, medico internista specialista in malattie cardiovascolari e respiratorie - il passaggio repentino dal caldo esterno al freddo dell'abitacolo abbassa le difese naturali dell'organismo. E poi bisogna tenere ben pulito il filtro. Cosa fare nella pratica? Assicuratevi che il vostro impianto sia ben pulito e funzionante e quando lo accedente non esagerate con le basse temperature, senza indirizzarlo mai direttamente sulle parti del corpo.

2) GUIDARE CON GLI OCCHIALI DA SOLE
I danni alla vista in estate sono dietro l'angolo, soprattutto quando siamo in auto. In pochi ci fanno caso ed Aldo Ferrara, autore di diversi testi sulla salute del guidatore (nonché professore di malattie cardio-polmonari dell’Università di Siena), spiega: "La luce solare è composta da uno spettro di radiazione termica ed energia radiante. Lo spettro va dall’infrarosso, a bassa energia, a una maggiore energia nel blu e nel violetto. Il massimo è dato dal campo degli ultravioletti (invisibili). Sono queste ultime rifrazioni ultraviolette le componenti nocive della luce solare con particelle ad alta energia. Fatta eccezione per la degenerazione maculare, le radiazioni ultraviolette sono causa di malattie oculari. A differenza di quanto si pensa comunemente, la retina non viene lesa dagli ultravioletti, in genere assorbiti dalla parte anteriore dell'occhio, dove causano malattie differenti". E' bene quindi guidare sempre con gli occhiali da sole.

3) MAI SOTTOVALUTARE I VIAGGI LUNGHI
Se dovete passare più di un'ora in auto, in estate è bene avere sempre dell'acqua a bordo. E' un accorgimento piuttosto scontato, ma proprio per questo non bisogna sottovalutarlo. E se si trasportano farmaci è importante farlo nel modo giusto: l'Agenzia Italiana del Farmaco consiglia una cautela particolare per evitare che l'effetto curativo svanisca o diventi addirittura dannoso. Ci sono dieci passi che vi invitiamo a leggere. Infine, sgranchitevi le gambe. Guidare per molto tempo è deleterio per il corpo, specie se fa caldo. Esistono esercizi facili e veloci che possono aiutare in casi come questi.

4) ATTENZIONE A SCOTTATURE E COLPI DI CALORE
Chi ha una cabrio lo sa bene: il sole sulla pelle brucia anche in macchina! La crema solare rimane un valido rimedio contro le scottature ed anche chi viaggia a bordo di macchine tradizionali farebbe bene ad usarla se proprio non può fare a meno di viaggiare con il gomito appoggiato sul finestrino (che a norma di legge è vietato e punibile). E poi c'è il colpo di calore: si comincia con le vertigini ed i giramenti di testa e poi si avverte disorientamento, sonnolenza eccessiva, difficoltà di concentrazione... Insomma si rischia grosso se si è al volante. Meglio fermarsi, bere dell'acqua e stare all'ombra finché non passa.

5) PARCHEGGIARE IN MANIERA FURBA
Mai lasciare troppe ore la macchina sotto il sole: si rovina e quando si entra nell'abitacolo è un forno. Questo lo sappiamo tutti e quindi ricordiamocelo portando con noi un parasole da collocare sul parabrezza da utilizzare tutte le volte che non si può sostare al coperto. Questo vale anche in città e non solo al mare.

Autore:

Tag: Da Sapere , salute


Top