dalla Home

Attualità

pubblicato il 3 giugno 2014

Google car e le altre auto che guidano da sole

L’ovetto americano robotizzato prova a bruciare sul tempo le grandi Case, con un debutto nel 2016 che le anticipa di quasi dieci anni

Google car e le altre auto che guidano da sole
Galleria fotografica - L'auto di Google che guida da solaGalleria fotografica - L'auto di Google che guida da sola
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 1
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 2
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 3
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 4
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 5
  • L\'auto di Google che guida da sola - anteprima 6

La Google car, l’auto che guida da sola, ha fatto parlare il mondo con il suo look da manga giapponese e con la forza del più potente e conosciuto sito web al mondo. Ma il curioso ovetto con pilota automatico ideato in California e pronto alla sperimentazione su strada già dal 2016 potrebbe bruciare sul tempo i progetti analoghi portati avanti dalle principali Case automobilistiche mondiali, ma che difficilmente si tramuteranno in realtà prima del 2020. Fra questi uno dei più promettenti è quello di Volvo, che dopo aver dimostrato con il progetto Sartre di saper far viaggiare in sicurezza i veicoli in convoglio ha puntato tutto sulla guida senza mani, presentando un prototipo marciante automatizzato che abbiamo provato recentemente e arriverà sul mercato intorno al 2025.

AUTO DA CORSA ROBOT E PROGETTI ITALIANI
Per dimostrare di essere fra i protagonisti di questo futuribile settore anche l’Audi ha deciso nel 2010 di affrontare la famosa cronoscalata americana della Pikes Peak con una TTS robot senza pilota, mentre la rivale BMW ha appena presentato un prototipo di M235i che fa i “traversi” da sola, come fosse guidata dal più esperto dei piloti. Tornando ancora un po’ più indietro negli anni, agli inizi del terzo millennio, troviamo i progetti del VisLab di Parma come il TerraMax, Argo e Braive, primo esperimento italiano di automobile “driverless”. In una fase piuttosto avanzata di studi e sperimentazioni su strada è anche Nissan, che ha già annunciato per il 2020 l’inizio delle vendite per le prime auto robotizzate.

UNA TECNOLOGIA PRONTA PER IL 2025
Entro il 2015 arriveranno sul mercato anche le prime automobili Audi e Nissan con sistemi di guida automatizzata parziale, capaci cioè di muoversi in autonomia in particolari condizioni di traffico come gli ingorghi e le code cittadine, oppure l’automatismo autostradale promesso da Toyota. In questo panorama di automobili senza guidatore si inseriscono a buon diritto anche gli annunci di Mercedes e Ford che fra il 2020 e il 2025 offriranno automobili automatizzate assieme a General Motors, BMW e Renault. Il futuro è così promettente e gli scenari così complessi che anche la FIA di Jean Todt ne sta monitorando lo sviluppo, mentre alcuni stati degli USA (Florida, Michigan, California, Colorado), il Regno Unito e qualche prefettura giapponese ne hanno già legalizzato la sperimentazione su strade aperte al traffico.

L'auto di Google, prototipo ufficiale e definitivo

Google presenta la sua prima auto, completamente nuova e non basata su modelli in commercio, elettrica e che guida da sola.

Autore:

Tag: Attualità , google


Top