dalla Home

Attualità

pubblicato il 27 maggio 2014

Audi pronta a risarcire eventuali superstiti dei campi di concentramento

Auto Union "moralmente responsabile" della morte di circa 4.500 prigionieri

Audi pronta a risarcire eventuali superstiti dei campi di concentramento
Galleria fotografica - Auto Union Type DGalleria fotografica - Auto Union Type D
  • Auto Union Type D - anteprima 1
  • Auto Union Type D - anteprima 2
  • Auto Union Type D - anteprima 3
  • Auto Union Type D - anteprima 4
  • Auto Union Type D - anteprima 5
  • Auto Union Type D - anteprima 6

Audi rispolvera una vecchia pagina della sua storia e fa luce su quanto avvenne durante gli anni del nazismo. La casa tedesca ha commissionato a degli storici, supervisionati dagli esperti Martin Kukowski e Rudolf Boch, di scoprire quanto la Auto Union (sua antenata) fosse coinvolta nello sfruttamento dei prigionieri ebrei ed i numeri, pubblicati oggi, sono drammaticamente alti: la vecchia Audi sarebbe "moralmente responsabile" della morte di circa 4.500 prigionieri detenuti nei lager. I campi di concentramento controllati dalle SS dedicati al servizio di Auto Union erano sette e coinvolgevano 3.700 persone, ma ce ne erano altre 16.500 ai lavori forzati nelle fabbriche di Zwickau e Chemintz, in Sassonia. Audi si è quindi detta pronta a risarcire eventuali superstiti.

Per ora nessuno si è fatto avanti e non si sa quanto la casa tedesca sarebbe disposta a dare. Intanto ad Ingolstadt, la città natale di Audi, si riscrive la storia di Richard Bruhn, l'uomo che ha dato vita ad Auto Union e che sarebbe stato il collegamento tra l'industria automobilistica ed il regime nazista. Il sindaco di Ingolstadt si è già detto pronto a cambiare nome alla strada a lui intitolata. Del resto il legame del regime con le aziende dell'epoca era una "normalità" e proprio l'ambizione di Adolf Hitler fu decisiva per lo sviluppo di alcune auto ancora oggi celeberrime. Pensiamo proprio alle Auto Union da competizione. Hitler voleva che la Germania fosse al top anche nelle competizioni su quattro ruote e le Audi Union divennero via via sempre più agguerrite.

Autore:

Tag: Attualità , Audi , auto storiche


Top