dalla Home

Eventi

pubblicato il 26 maggio 2014

Villa d’Este 2014, un dominio Maserati e Alfa Romeo

Il pubblico premia una splendida 6C 1750 GS Zagato/Aprile e la concept l’Alfieri, mentre la giuria incorona la 450 S da corsa.

Villa d’Este 2014, un dominio Maserati e Alfa Romeo
Galleria fotografica - Villa d'Este 2014, tutte le autoGalleria fotografica - Villa d'Este 2014, tutte le auto
  • Villa d\'Este 2014, tutte le auto - anteprima 1
  • Villa d\'Este 2014, tutte le auto - anteprima 2
  • Villa d\'Este 2014, tutte le auto - anteprima 3
  • Villa d\'Este 2014, tutte le auto - anteprima 4
  • Villa d\'Este 2014, tutte le auto - anteprima 5
  • Villa d\'Este 2014, tutte le auto - anteprima 6

Chi ha avuto la fortuna di partecipare al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2014, svoltosi dal 23 al 25 maggio a Cernobbio, sul Lago di Como, potrà un giorno testimoniare di aver assistito ad una delle edizioni più ricche e affascinanti di sempre. La presenza di auto d’epoca e concept di oggi fra le più belle al mondo ha infatti reso indimenticabile questo appuntamento unico e imperdibile per tutti i veri appassionati di motorismo storico e belle carrozzerie. L’Alfa Romeo che si è portata a casa l’ambita “Coppa d’Oro” è infatti solo la punta dell'iceberg che nasconde sotto la fredda classifica una splendida sfilata delle più belle automobili al mondo, degna risposta europea allo scintillante concorso americano di Pebble Beach. A vincere la Coppa d'Oro, ovvero il primo premio assegnato per referendum pubblico a Villa D'Este, è l’Alfa Romeo 6C 1750 GS Spider Zagato/Aprile del 1931, un capolavoro di stile e aerodinamica portato a Cernobbio da un collezionista di esemplari unici di rara bellezza, l’italiano Corrado Lopresto.

MASERATI ALFIERI BENIAMINA DEL PUBBLICO
La stessa spider del Biscione ha ricevuto un autentico plebiscito anche Domenica 25 maggio a Villa Erba, dove il pubblico le ha assegnato il Trofeo BMW Group Italia per la più bella auto storica. Le migliaia di appassionati confluiti a Villa Erba hanno anche incoronato la regina dei prototipi contemporanei, ovvero la Maserati Alfieri che ha praticamente dominato nella classifica Design Award for Concept Cars & Prototypes. La filante coupé del Tridente ha provocato un’autentica ovazione ad ogni passaggio davanti alle tribune e alla giuria, ogni volta più entusiasta delle linee disegnate da Marco Tencone per la sportiva V6 che vedrà la luce intorno al 2016. Non meno calorosa è stata l’accoglienza riservata alla Maserati 450 S, la vettura da corsa del 1956 di proprietà dello svizzero Albert Spiess, che con le sue forme sinuose e imponenti firmate Fantuzzi, il colore blu scuro e il motore 4.5 litri da 400 CV ha vinto il Best of Show della giuria e la vittoria nella classe “Da Corsa”.

ALTRI CAPOLAVORI DEL TRIDENTE
Per celebrare degnamente il secolo di vita il marchio Maserati si è visto consegnare altri due premi al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2014. Uno è quello attribuito alla vincitrice della speciale classifica “Maserati - i primi cento anni”, l’incredibile Maserati V4 Sport del 1929 dello statunitense Lawrence Auriana, una spider corsa biposto con il motore a 16 cilindri da 305 CV e 246 km/h. L’altro, non meno meritato, è il Trofeo Auto & Design per lo stile più emozionante assegnato dalla giuria alla Maserati A6GCS Berlinetta Pinin Farina 1953 di proprietà di Matteo Panini. La bassa e aggressiva coupé modenese da corsa ha infatti un tale carico di fascino e potente bellezza da aver ispirato lo stesso Tencone nel tracciare lo stile della Maserati Alfrieri.

DUE ANTEPRIME MONDIALI, MINI E ZAGATO
Fra le tantissime altre automobili che hanno meravigliato pubblico e addetti ai lavori del Concorso si possono citare anche la concept elettrica in anteprima mondiale MINI Superleggera Vision e l’altra “world premiere” presentata sulle rive del Lago di Como, la Lamborghini 5-95 Zagato realizzata su base Gallardo per il collezionista Albert Spiess. Una folta rappresentanza di alcune delle più belle Ferrari di tutti i tempi ha soddisfatto la voglia di bello dei presenti, con modelli leggendari come la 250 GT Tour de France, Europa, GT LWB Spider California, 212 Inter e la preziosissima Ferrari 250 GTO del 1964 che ha un valore di mercato ormai superiore ai 30 milioni di euro. Ampio spazio anche alle vetture del gruppo BMW, dalle più famose e iconiche come la BMW 507 del 1957 o la nuovissima ibrida i8, passando per la zona espositiva dedicata alla storia della Mini e quella dove Rolls-Royce celebra i suoi 110 anni di vita con la presenza fianco a fianco della Camargue e della nuova Wraith.

Autore:

Tag: Eventi , auto storiche , concorsi , raduni


Top