dalla Home

Novità

pubblicato il 27 maggio 2014

Toyota Yaris 2014, mai così europea

Il restyling concepito a Bruxelles e Nizza è pesante, mancano però ausilii alla guida ormai diffusi

Toyota Yaris 2014, mai così europea
Galleria fotografica - Toyota Yaris restylingGalleria fotografica - Toyota Yaris restyling
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 1
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 2
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 3
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 4
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 5
  • Toyota Yaris restyling - anteprima 6

Razionale, compatta, tecnologicamente al top - è l'unica auto di segmento B ad avere una variante ibrida al 100%, tanto per dirne una - ma troppo poco emozionale: questo è stata la Yaris fino a oggi. A dirlo non siamo noi, ma Alessandro Massimino, che siede nella stanza dei bottoni della Toyota a Bruxelles nella veste di Product Manager. Ecco perché i giapponesi hanno deciso di investire la bellezza di 85 milioni di euro (roba da niente, se paragonati ai 6,5 miliardi pianificati in tutto il mondo per il 2014) per aggiornare una vettura nata solo nel 2011. Un restyling di immagine e di sostanza, che a Tokyo hanno deciso di affidare quasi completamente agli europei: al Toyota Europe Design Developement di Sophia Antipolis (pochi km da Nizza, in Costa Azzurra) e al Research & Developement Division di Zaventem, vicino a Bruxelles. Una strategia, questa, dettata dal Presidente Akio Toyoda in persona, che nel 2011 ha deciso che i 17 centri di ricerca Toyota sparsi per il mondo dovessero avere un'autonomia decisionale superiore.

KEEN LOOK E UNDER PRIORITY PER DEFINIRE UN NUOVO LOOK
Davvero è più emozionale la nuova Yaris? Di sicuro la prima cosa di cui va dato atto ad Elvio d'Aprile (responsabile del design della Yaris) è che non si tratta del solito, leggero tratto di matita spacciato per “rivoluzione”: il lavoro è stato grande e si vede. Partendo dal muso, per esempio, in comune con il vecchio modello c'è giusto la “fisionomia” dei fari, ora dotati di luci diurne a led, mentre l'ormai affermatissima X (adottata anche sulla nuova Aygo) separa la parte superiore da quella inferiore del muso, che acquisisce personalità e si toglie di dosso un po' di grigiore. Ora il Marchio è in bella evidenza, mentre la maggiore estensione della griglia nera regala una massiccia dose di aggressività. Meno evidenti le modifiche alla fiancata, rivista solo nelle modanature delle portiere, mentre il posteriore beneficia dei nuovi fari a led e, soprattutto, del nuovo design di paraurti e portatarga, che enfatizzano la sensazione di larghezza e “presenza” della vettura su strada.

ACCOGLIENZA QUASI DEL TUTTO NUOVA
Dentro, la Yaris 2014 cambia persino di più di quanto faccia esternamente, anche se non si direbbe. A un primo sguardo superficiale, infatti, l'abitacolo sembra lo stesso di prima, fatta eccezione per i nuovi rivestimenti bicolore Red, Tan e Black. Rivestimenti che invece sono solo la punta dell'iceberg: in realtà cambia il design delle bocchette d'aerazione centrali (ora più smussate), è nuovo il pannello che attraversa l'interno a tutta larghezza, è stata rivista la strumentazione in ottica sportiva, mentre la console centrale è stata alzata di 23 millimetri. Ancora, sono inediti i pannelli porta, è stata leggermente accorciata la leva del cambio ed è stato aggiunto un portaoggetti. Modifiche di sostanza, che nel complesso migliorano il colpo d'occhio, rendono ancora più funzionale la Yaris e che sicuramente devono essere costati parecchio alla Casa giapponese. Invariate, ovviamente, le dimensioni: l'abitacolo della piccola Toyota rimane uno dei più accoglienti, nonostante la lunghezza della vettura sia tra le più contenute del segmento B.

TELAIO PIU' RIGIDO PER MIGLIORARE COMFORT E GUIDABILITA'
Se l'architettura di base rimane la stessa di prima, i rinforzi applicati nella zona del parabrezza, nella parte anteriore dell'abitacolo e i 36 punti di saldatura aggiuntivi sparsi nella parte centrale e posteriore della scocca hanno irrobustito la struttura, con tutti i vantaggi che ne conseguono in termini di riduzione delle vibrazioni e reattività delle risposte. A livello di assetto, sono stati rivisti le molle, gli ammortizzatori e la logica di funzionamento del servosterzo elettrico per garantire risposte più precise e immediate agli input del guidatore. Modifiche, queste, che apprezzeremo solo in occasione della prova su strada.

MOTORI: 1.0 3 CILINDRI E HYBRID PIU' PARCHI
La Yaris Hybrid e la 1.0 a 3 cilindri sono ora omologate Euro 6; entrambe emettono inoltre un po' meno CO2 rispetto a prima: da 110 a 99 la prima (95 con Start&Stop), da 79 a 75 la seconda. Di minor conto il lavoro effettuato sull'1.3 a benzina e sull'1.4 diesel, che sono stati rivisti leggermente per ridurne le vibrazioni e la rumorosità.

DISPONIBILE DOPO L'ESTATE, SENZA
Listini e informazioni commerciali non sono ancora disponibili. Si sa però che la vettura dovrebbe cominciare a essere visibile nelle concessionarie dopo l'estate e, sempre in quel periodo, dovrebbero essere comunicati anche i prezzi. Quello che è stato già deciso, invece, è la nuova composizione della gamma, che prevederà versioni molto caratterizzate grazie alla mascherina – nero opaco, Piano Black o Satin Chrome – ai cerchi in lega, al volante, alla console centrale e ai sedili. Ciò che manca, anche a richiesta, sono sistemi di ausilio alla guida come la frenata di emergenza automatica presente su alcune vetture di segmento A come Fiat Panda e Volkswagen up!.

Scheda Versione

Toyota Yaris 5 porte
Nome
Yaris 5 porte
Anno
2011 (restyling del 2014)
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Adriano Tosi

Tag: Novità , Toyota , auto giapponesi


Listino Toyota Yaris

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.0 VVT-i 69cv anteriore benzina 69 1 5 € 11.950

LISTINO

1.0 VVT-i 69cv Yaris anteriore benzina 69 1.0 5 € 11.950

LISTINO

1.0 VVT-i 69cv Cool anteriore benzina 69 1 5 € 14.200

LISTINO

1.0 VVT-i 69cv Cool anteriore benzina 69 1.0 5 € 14.200

LISTINO

1.4 D-4D 90cv Yaris anteriore diesel 90 1.4 5 € 14.300

LISTINO

1.4 D-4D 90cv anteriore diesel 90 1.4 5 € 14.800

LISTINO

1.0 VVT-i 69cv Active anteriore benzina 69 1.0 5 € 15.400

LISTINO

1.0 VVT-i 69cv Active anteriore benzina 69 1 5 € 15.450

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top