dalla Home

Attualità

pubblicato il 20 maggio 2014

Dossier Spending Review

Archivio unico motorizzazione e PRA, autoscuole pronte

Il ministro dei Trasporti Lupi assicura che si sta lavorando sodo alla riforma

Archivio unico motorizzazione e PRA, autoscuole pronte

La risposta definitiva su come sarà l'Archivio unico motorizzazione e PRA si avrà a giugno, quando il governo Renzi presenterà la riforma della pubblica amministrazione, intanto il dialogo per farlo nascere va avanti (ricordiamo che è in corso una sorta di braccio di ferro tra ACI e Motorizzazione). Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi ha incontrato a Milano l’UNASCA, l’associazione maggiormente rappresentativa degli studi di consulenza automobilistica e delle autoscuole, per parlare delle riforme del settore. L'associazione si è detta pronta a fare la sua parte per ulteriori semplificazioni, in un sistema però - ha specificato Ottorino Pignoloni, Segretario Nazionale Unasca Studi - "che si riformi davvero". "Chiediamo - ha detto al ministro Lupi - che la nascita dell'archivio unico dei veicoli diventi realtà superando così le attuali competenze Motorizzazione / Pra e le inutili e costose duplicazioni documentali e di costi la cui gestione non potrà che essere dello Stato, con la netta distinzione tra servizio pubblico e quello privato nell’esercizio degli STA". Le riforme da avviare sono tante e vanno anche oltre l'automobile.

L'associazione ha detto di aver assistito all'accorpamento in Motorizzazione delle funzioni amministrative sull'autotrasporto merci conto terzi tenute dalle Province, ma ha ribadito che "occorre ampliarle anche al trasporto conto proprio, penalizzato ancora dalla duplicazione procedurale. Occorre riformare l'IPT ed eliminare il superbollo - ha detto Pignoloni -. Maggiori e più mirati controlli sulle intestazioni fittizie e sulle false esportazioni di auto che continuano a circolare in Italia con targhe di paesi comunitari. E che si vada avanti con determinazione per l’avvio dello sportello telematico del diportista, una rivoluzione epocale della burocrazia nautica". Da parte sua il Ministro Lupi ha assicurato che i lavori vanno avanti verso la semplificazione, attraverso la digitalizzazione e la telematica. "Quando parlo di semplificazione - ha spiegato Lupi - mi riferisco proprio all’archivio unico, al documento unico documento per i veicoli, allo sportello unico anche per il diportista, perché la nostra riforma mira al la certezza dei dati e al risparmio per l’utente, che è l’obiettivo centrale".

Autore:

Tag: Attualità , aci


Top